Wolff: “Ring imprevedibile con freddo, pioggia e vento”

Wolff: “Ring imprevedibile con freddo, pioggia e vento”

Lo stravolgimento del calendario 2020 in seguito all’emergenza Coronavirus consentirà alla MERCEDES di avere anche quest’anno la sua gara di casa in Germania. Questo fine settimana si tornerà al Nürburgring, circuito vecchia scuola che presenta un tratto intitolato proprio alla Casa di Stoccarda e che ospiterà quasi certamente la gara più fredda della stagione: una sfida interessante e per certi versi difficile da pronosticare.

 Ritorno all’Eifel: l’analisi del Ring

“Non vediamo l’ora di correre al Nürburgring. È una pista iconica che gioca un ruolo importante nella storia della Mercedes – ha dichiarato TOTO WOLFF – È QUI CHE LA LEGGENDA DELLE FRECCE D’ARGENTO È NATA NEL LONTANO 1934 e noi siamo molto orgogliosi di aver aggiunto alcuni capitoli a questo ricco patrimonio. Il Nürburgring mi riporta alla mente anche alcuni ricordi personali: qui ho visto la mia primissima gara dal vivo ed è dove mi sono innamorato del mondo delle corse. Ho anche gareggiato in molte gare qui e anche tentato il record sul giro del Nordschleife nel 2009, ma non è stata la mia idea migliore”.

 Seidl: “Importante tornare in Germania”

“Per quanto riguarda il weekend di gara, sappiamo anche che il tempo sull’Eifel può essere abbastanza impegnativo in questo periodo dell’anno. SI PREVEDE FREDDO, PIOGGIA E VENTO E QUESTO PUÒ RENDERE LA GARA MOLTO IMPREVEDIBILE – ha aggiunto il team principal della Mercedes – Il circuito è un test a tutto tondo molto impegnativo, con varie tipologie di curve e velocità. In condizioni ambientali atipiche, sarà una sfida divertente adattare al meglio la W11 alla esigenze del circuito. Sarà un weekend emozionante”.

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: