Wolff: “Oggi Hamilton non aveva l’auto migliore”

Wolff: “Oggi Hamilton non aveva l’auto migliore”

La critica principale rivolta nel corso di questi anni a LEWIS HAMILTON – la stessa che veniva rivolta a MICHAEL SCHUMACHER negli anni d’oro ferraristi – è quella di dominare al volante di monoposto estremamente migliori delle altre, come effettivamente le Mercedes sono state in queste ultime stagioni. Ad Istanbul però l’inglese è stato capace di imporsi in condizioni meteo estreme e particolarmente complesse, scattando dalla sesta posizione in griglia di partenza e guidando un’auto che per una volta non era la più rapida del gruppo. Ad esprimere quest’ultima osservazione è stato direttamente il team principal di Brackley, Toto Wolff, che ha ammesso l’inferiorità della W11 nel pomeriggio turco rispetto ad altre monoposto.

 Vettel: “Hamilton il migliore della nostra epoca”

“LA SUA GUIDA È STATA IMPECCABILE – ha detto Wolff – non c’è stata una sola cosa che ha sbagliato oggi, non ha messo nemmeno un piede fuori posto, mentre tutti gli altri lo hanno fatto. Con una macchina che oggi era, per l’interazione con le gomme, di certo non la migliore”. Un attestato di stima importante, condito anche ad una battuta sull’attesissimo RINNOVO DI CONTRATTO, ancora non firmato dal pilota di Stevenage. “Con oggi è diventato davvero più costoso” ha scherzato il boss di casa Mercedes. Wolff però al tempo stesso si è mostrato anche molto ottimista sull’effettiva intenzione della sua stella di continuare ad indossare la tuta nero-argento: “Ci vedo andare avanti insieme ancora per un po’” ha commentato l’austriaco.

 Hamilton: “Sognate l’impossibile”

Wolff poi è entrato nel dettagli della gara, analizzando quali siano stati i problemi che hanno reso complicata la vita delle Mercedes oggi: “Le gomme hanno attraversato diverse fasi. Si vedeva che la maggior parte di coloro che sono andati su un nuovo set di intermedie e hanno spinto molto forte, dopo un paio di giri hanno avuto del graining. Da quel momento in poi la gomma non si è più ripresa. Lance [Stroll] era in testa alla gara, ha messo la gomma nuova che credo fosse la strategia giusta in quel momento, ed è rimbalzato indietro. E lo stesso vale per Max [Verstappen]. CIÒ CHE HA FATTO LA DIFFERENZA È STATO IL FATTO CHE LEWIS HA TENUTO LA STRADA NELLA DIFFICILE FASE INIZIALE, IN CUI LA NOSTRA MACCHINA NON ERA COMPETITIVA. Lui è rimasto lì e poi si è guadagnato il vantaggio sui nostri concorrenti. Ha capito il pneumatico, ha capito come gestire le gomme per andare veloce e farle durare. Oggi ha consolidato la sua posizione tra i migliori sportivi di tutti i tempi nel mondo” ha concluso.

Fonte: https://www.formulapassion.it/motorsport/formula-1/f1-team/wolff-oggi-hamilton-non-aveva-auto-migliore-f1-mercedes-gp-turchia-2020-istanbul-531957.html

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: