Wolff: “Non voglio fare da tappo ai giovani”

Wolff: “Non voglio fare da tappo ai giovani”

Mentre TOTO WOLFF riflette sul suo futuro, a Brackley cercano di assicurarsi il prosieguo della dinastia anche nell’ipotesi in cui l’austriaco dovesse lasciare. Vietato perdere tempo, dunque, e la scuderia si sta muovendo per accaparrarsi i migliori talenti sotto il profilo ingegneristico e manageriale. TALENTI CHE POTREBBERO CRESCERE SOTTO L’ALA PROTETTIVA DI WOLFF O CHE, VICEVERSA, RISCHIANO DI ESSERE MESSI IN OMBRA DA UNA FIGURA TANTO POTENTE E CARISMATICA. STA ANCHE AL CARATTERE DI OGNUNO. Carattere che ha il team principal Mercedes, il quale già negli anni Novanta aveva affiancato la carriera da pilota nel motorsport a quella imprenditoriale. Ora che l’austriaco ha vinto tutto quello che c’è da vincere in Formula 1, macinando record su record, potrebbe guardare ad altri orizzonti.

SVANITA LA PRESIDENZA DELLA F1, POI ANDATA A STEFANO DOMENICALI, WOLFF SI È TROVATO A VIRARE SU ALTRI OBIETTIVI. Senza, però, avere le idee molto chiare: “BEH, QUELLE NON LE HO MAI! So solo che amo la gente, mi piace molto lavorare con il consiglio di amministrazione della Daimler e con Ola Kallenius. Amo il cronometro – e questo mi tiene difatti in squadra, qualsiasi cosa possa significare per il futuro“, ha detto al podcast F1 Nation. “Penso di avere la responsabilità di tutti alla Mercedes e come per ogni posizione di alto livello del passato, anche noi guardiamo al futuro. NON VOGLIAMO PERDERE LE CAPACITÀ DELLA VECCHIA GUARDIA, MA NON VOGLIAMO NEMMENO OSTACOLARE L’INGRESSO DEI TALENTI. È successo con Paddy Lowe, Mark Ellis e altri che se ne sono andati. ED È PER QUESTO MOTIVO CHE NON MI TIREREI FUORI DALLO STESSO PRINCIPIO“.

 Hamilton: “Spero che Wolff resti”

Wolff gioca dunque a fare l’equilibrista: magari genuinamente non sa cosa fare del suo futuro, ma sa che è nella condizione di poter aspettare. E d’altronde la Mercedes non può avere nessuna intenzione di privarsene a cuor leggero: 12 TITOLI IN SEI ANNI, CON IL 13ESIMO E IL 14ESIMO IN FASE DI COMPLETAMENTO, non si vedono spesso.

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: