Wolff-Hamilton, contratto in stand-by

Wolff-Hamilton, contratto in stand-by

Nel corso dell’ultimo fine settimana di gara al Nürburgring LEWIS HAMILTON ha centrato la sua vittoria numero 91 in carriera, raggiungendo in testa alla classifica all-time Michael Schumacher. A Portimao l’inglese potrebbe così issarsi da solo in vetta a questa graduatoria, mentre le Mercedes è sempre più vicina a festeggiare il settimo titolo costruttori consecutivo, un altro record assoluto. In mezzo a tutta questa pioggia di primati però, c’è ancora una questione in sospeso tra l’inglese e la casa di Stoccarda e non si tratta di un argomento di poco conto. Hamilton infatti ha il CONTRATTO IN SCADENZA a fine 2020 e non ha ancora rinnovato con il team nero-argento.

 Hamilton: “Mondiale ancora aperto”

Nessuno pensa realisticamente che l’inglese possa lascia la squadra che lo ha reso il pilota più vincente di sempre. Lo stesso TOTO WOLFF sottolinea dall’inizio dell’anno come, al contrario di quanto fatto da altri team, non voglia affrettare le firme. Inoltre questa stagione 2020 è stata inevitabilmente molto particolare dal punto di vista della struttura e del calendario. Fatte tutte queste premesse però è impossibile non notare che MAI HAMILTON E LA MERCEDES AVEVANO LASCIATO PASSARE COSÌ TANTO TEMPO prima di definire il rinnovo nell’anno della fine del contratto. A complicare ancora di più l’assunto è il fatto che stia giungendo a termine anche il contratto di Toto Wolff.

 Rosberg: “Wolff può destabilizzare Mercedes”

Il team principal austriaco ha lui pure ribadito di vedere il suo futuro ancora legato alla squadra di cui è azionista. A cambiare però potrebbe essere il suo ruolo nel team, possibilità alla quale lo stesso Wolff ha aperto in passato. Interrogato dal sito tedesco Formel1.de sulle mancate firme, il boss del muretto Mercedes ha evidenziato il poco tempo libero a disposizione sua e del suo pilota di punta: “So che sembra assurdo, ma NON ABBIAMO IL TEMPO DI SEDERCI E PARLARNE – ha dichiarato – le trattative si svolgono dietro le quinte, ma non è così facile”. Il calendario da qui alla fine della stagione è ancora molto fitto. Sette giorni dopo il GP del Portogallo si correrà infatti ad Imola. Successivamente poi, dopo una settimana di stop, il Circus volerà in Turchia.

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: