Wolff: “Adesso Hamilton costerà di più”

Wolff: “Adesso Hamilton costerà di più”

Missione compiuta. LEWIS HAMILTON ha conquistato il settimo titolo iridato della sua carriera, un epilogo scontato dopo poche gare di questo 2020 che ha visto la Mercedes schierare in pista una W11 nettamente superiore alla concorrenza. Max Verstappen, la Red Bull e la Honda alla vigilia del campionato cullavano sogni di gloria, ma il tridente si è dovuto arrendere di fronte ad un telaio sbagliato e ad una affidabilità rivedibile. Se l’esito del 2020 non è mai stato in discussione, lo stesso discorso non vale per la gara di ieri. In Turchia i piloti hanno potuto eccome fare la differenza, e il podio ha visto premiati tre veterani della griglia di partenza ovvero Lewis Hamilton, Sergio Perez e Sebastian Vettel.

 F1   Ulisse Hamilton

Hamilton, scattato sesto, a inizio gara ha dovuto fare i conti con problemi ai freni che ne hanno anche condizionato i tentativi di sorpasso nei confronti di SEBASTIAN VETTEL, occasione nella quale il pilota Mercedes ha anche perso la posizione nei confronti di Alexander Albon. Poi, effettuando una sosta in meno, ha preso la leadership sorpassando in pista Perez e ha vinto la gara riuscendo a gestire il treno di gomme intermedie montato dopo poche tornate. “Ha vinto una gara che non era sua”, i complimenti di Vettel, “Non potevi trovare modo migliore per vincere il settimo titolo”, quelli di Wolff via radio a fine gara.

 Stile Schumacher

Proprio il team principal della Mercedes ha sottolineato che ora per quanto riguarda il braccio di ferro sul rinnovo contrattuale Hamilton ha ancora più potere da esercitare nelle negoziazioni. “Adesso Hamilton costerà un po’ di più”, ha dichiarato Wolff, il quale nel 2021 sarà ancora sul ponte di comando del team Mercedes di F1. OLA KALLENIUS, CEO Daimler, ha riconosciuto che: “Hamilton è vicino alla perfezione, ma non per questo non smette di migliorare. In più, fuori dalla pista, è diventato un concreto ambasciatore della lotta contro la discriminazione in favore dell’inclusione. Mercedes, come team e come azienda, lo ha sempre sostenuto”. Nelle prossime settimane scopriremo per quanti anni – e con quale stipendio – Hamilton si legherà alla Mercedes, dato che la permanenza nel 2021 per diventare il più grande di sempre non è in discussione.

Fonte: https://www.formulapassion.it/motorsport/formula-1/f1-team/wolff-adesso-hamilton-costera-di-piu-mercedes-kallenius-daimler-532018.html

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: