Tost: “Non sarà facile trovare un partner come Honda”

Tost: “Non sarà facile trovare un partner come Honda”

A Monza la Honda e l’Alpha Tauri ex-Toro Rosso hanno festeggiato i CINQUANTA GRAN PREMI INSIEME in una collaborazione iniziata nel 2018 in qualità di laboratorio in vista dell’approdo delle power unit nipponiche anche nei cofani delle Red Bull, avvenuto l’anno successivo. Il weekend brianzolo è stato magico e ha visto Pierre Gasly conquistare la vittoria, la prima del binomio Alpha Tauri-Honda, la seconda nella storia della scuderia dopo quella ottenuta proprio da Vettel sempre nel tempio della velocità nel 2008. A nemmeno un mese di distanza dalla gioia per il successo a Monza l’Alpha Tauri e la Red Bull si ritrovano a dover fare i conti con la prospettiva di non poter più contare sulla Honda in qualità di fornitrice di power unit dopo il 2021. Il colosso giapponese, infatti, ha comunicato oggi l’addio alla F1 al termine della prossima stagione.

 Honda lascia la F1

FRANZ TOST, team principal dell’Alpha Tauri, ha commentato così questa infelice notizia per il team di Faenza: “Scuderia AlphaTauri e Honda hanno instaurato un ottimo rapporto professionale da quando abbiamo iniziato a collaborare nel 2018”, ha dichiarato il Team Principal, Franz Tost. “Abbiamo fatto grandi cose insieme negli ultimi anni, vincendo una gara e salendo altre due volte sul podio, con un secondo e un terzo posto. È un PECCATO CHE HONDA ABBIA DECISO DI INTERROMPERE IL PROPRIO IMPEGNO IN FORMULA 1, perché le prestazioni della loro power unit sono migliorate costantemente, tanto da portarla a essere una delle migliori sulla griglia in un arco di tempo breve. Sono convinto che insieme continueremo a ottenere ottimi risultati, sia nelle restanti gare di questa stagione che in quelle del prossimo anno”.

 NEWS: Honda set to withdraw from Formula 1 at the end of 2021 👇    — Scuderia AlphaTauri (@AlphaTauriF1) October 2, 2020

Ora l’Alpha Tauri e la Red Bull dovranno pianificare il futuro in vista della rivoluzione regolamentare attesa per il 2022, un cambio di passo a livello di normative che non concerne le power unit. Le due scuderie orfane della Honda dovranno bussare alla porte di Mercedes, Renault o Ferrari: “Certamente, rispettiamo la ragione alla base della decisione di Honda di concentrarsi su iniziative ambientali e al raggiungimento della neutralità delle emissioni – ha aggiunto Tost – tutti alla Scuderia AlphaTauri augurano a Honda di poter raggiungere i loro obiettivi e avere un futuro di successo. Vogliamo ringraziarli per la proficua collaborazione. Abbiamo davvero apprezzato ogni giorno in cui abbiamo lavorato insieme. NON SARÀ FACILE TROVARE UN PARTNER MOTORISTA COME HONDA ma, ovviamente, inizieremo a vagliare ogni possibilità per trovare la soluzione migliore per la power unit dal 2022 in poi”.

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: