Seidl: “Importante tornare in Germania”

Seidl: “Importante tornare in Germania”

Per ben tre anni negli ultimi 13 la Formula 1 non ha fatto scalo in Germania. È successo nel 2007 (assenza che non si verificava dal 1960), nel 2015 e nel 2017. Se NÜRBURGRING non avesse messo una pezza alla rinuncia di HOCKENHEIM, nemmeno il 2020 avrebbe visto la presenza di una pista tedesca. In programma per il weekend dell’11 ottobre c’è infatti un Gran Premio che formalmente è intitolato all’altopiano dell’Eifel ma che invece si corre sullo storico tracciato tedesco, modificato per l’ultima volta nel 2002 con l’aggiunta della MERCEDES ARENA.

 Ferrari, ulteriori aggiornamenti al Nurburgring

ANDREAS SEIDL si ritiene sollevato, perché la Germania ha rischiato realmente di non avere un Gran Premio in questa strana stagione di Formula 1. Ma per il team principal della McLaren sarebbe stata un’ingiustizia: “Non parlo da un punto di vista meramente personale, cerco di fare un’analisi sportiva“, ha detto a Motorsport-Total.com. “Mi metto nei panni degli appassionati di Formula 1 e dico che ERA MOLTO IMPORTANTE CHE CI FOSSE UNA GARA IN GERMANIA. PERCHÉ IL NOSTRO PAESE HA FATTO TANTISSIMO PER LA STORIA DEL MOTORSPORT“.

 GP Eifel 2020: programma, circuito, orari Sky e TV8

Uno sguardo anche alle condizioni atmosferiche: ” Ho avuto molte esperienze positive con vari progetti al Nürburgring e al Nordschleife. Sarà davvero molto interessante vedere le condizioni meteo. HO SENTITO DA ALCUNE PERSONE CHE IN MOLTE PARTI DELLA GERMANIA STA GIÀ CADENDO LA NEVE. NON VEDO L’ORA CHE ARRIVI LA GARA ANCHE PERCHÉ CON LA MCLAREN STIAMO PORTANDO DEGLI AGGIORNAMENTI. E spero davvero che queste novità ci consentano di rimanere in lotta per la terza posizione in campionato“. Seidl ha poi parlato di Sebastian VETTEL, il pilota di casa. Un Vettel che deve ritrovarsi ma che oramai sembra con la testa già al 2021, quando partirà la nuova avventura con l’Aston Martin: “Penso sia importante per lui e per la Formula 1 guidare su un circuito che possa accogliere il pubblico di casa di Seb“.

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: