Sainz: “Condizioni improvvisamente difficili”

Sainz: “Condizioni improvvisamente difficili”

Nell’equilibratissimo pacchetto di centro gruppo questa volta la McLaren ha dovuto concedere il passo alla Racing Point di Sergio Perez e alla Renault di Daniel Ricciardo, entrambi più rapidi delle vetture color papaya sul tortuoso tracciato di Sochi. La sesta posizione in qualifica ottenuta da CARLOS SAINZ e l’ottava centrata da LANDO NORRIS tuttavia sottolineano come il team di Woking sia pienamente in gioco per portare a casa punti importanti nella giornata di domani. Il pilota inglese, battuto anche dall’altra monoposto di Enstone, guidata da Esteban Ocon, ha ammesso la superiorità sulla pista russa della Losanga.

“LE RENAULT SONO UN PO’ PIÙ VELOCI DI NOI – ha evidenziato Norris a fine giornata – mi aspetto che loro siano veloci e che anche il loro ritmo di gara lo sia. E le Racing Point sono state veloci per tutta la stagione. Penso che alla prima curva potremmo guadagnare qualche posizione. Le qualifiche? Buone, non perfette. Potevo essere una posizione più in alto – ha spiegato ancora il giovane pilota d’oltremanica – avevo più traffico sul mio giro e ho dovuto usare un altro set di pneumatici. Avrei solo avuto bisogno di averne ancora uno. Quindi sono abbastanza contento di oggi”.

Soddisfatto Carlos Sainz, ancora una volta migliore tra le McLaren: “Dobbiamo essere felici perché il giro nel Q3 è stato molto buono – ha sottolineato il pilota madrileno – l’unica cosa è che dopo le PL3 avevamo un gran bel feeling con la macchina. Nelle Q1 però abbiamo avuto un cambiamento del vento e sono arrivate le nuvole. Questo ha reso le cose piuttosto difficili per la nostra macchina. Ho dovuto resettare un attimo le mie aspettative e i miei riferimenti e ripartire. Pensavo che avrei potuto battere Daniel e Perez, ma iniziando le qualifiche ho capito che sarebbe stato difficile. Sono felice di non essere così lontano e nelle mischia. PER LA GARA DIPENDE TANTO DALLE CONDIZIONI. Se torniamo come le PL3 possiamo avere un passo buono, se è come oggi sarà diverso. Vedremo domani”.

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: