Red Bull Junior Team, nessun rimpianto

Red Bull Junior Team, nessun rimpianto

Nel corso degli anni la RED BULL ha portato in Formula 1 tantissimi giovani piloti. Alcuni di loro, come Sebastian Vettel, Daniel Ricciardo e Max Verstappen, hanno vinto Gran Premi e (nel caso di Vettel) anche titoli mondiali in serie, diventando delle stelle assolute nel panorama automobilistico mondiale. Il supporto e l’ascesa di questi campioni però, specialmente negli ultimi anni, ha generato anche parecchie vittime ‘collaterali’. Piloti che hanno esordito in Formula 1 in Toro Rosso o in Red Bull e che per diversi motivi non sono riusciti a soddisfare in pieno le aspettative di HELMUT MARKO e soci, vedendo così spesso deragliare la loro carriera nella massima formula.

Molto di loro poi si sono ‘riciclati’ in altri campionati, dal WEC alla Formula E, conquistando risultati di assoluto prestigio. È il caso JEAN-ERIC VERGNE o ANTONIO FELIX DA COSTA, campioni nella serie elettrica, o ancora di SÉBASTIEN BUEMI, tre volte vincitore della 24 ore di Le Mans ed altrettante iridato nel WEC. Per tutti loro una carriera di successo in F1 sarebbe stata possibile, ma per un motivo o per l’altro ciò non è accaduto. Parlando al sito ufficiale della Formula 1 CHRISTIAN HORNER, team principal della Red Bull, ha però spiegato di non avere rimpianti per quello che ‘sarebbe potuto essere’ con questi piloti.

“È una domanda interessante – ha spiegato il manager britannico – penso che l’aspetto positivo sia che la Red Bull abbia dato questa opportunità a così tanti ragazzi, che si tratti di Jean-Eric Vergne, da Costa, Sebastien Buemi – lui poi è ancora sostenuto dalla Red Bull ed è fantastico vederlo vincere – sono tutti piloti che non avrebbero avuto questa opportunità se non fosse stato per il supporto e il patrocinio della Red Bull nei primi tempi della loro carriera. Ma non credo che ci siano veri rimpianti reali. La crema sale sempre in alto – ha aggiunto ancora Horner, sbilanciandosi comunque su un nome in particolare di questo lotto – penso che forse SAREBBE STATO INTERESSANTE VEDERE COSA AVREBBE POTUTO FARE DA COSTA in una vettura di Formula 1. Ma quell’opportunità non si è mai presentata“.

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: