Racing Point: “Ritmo qualifica Ferrari è molto strano”

Racing Point: “Ritmo qualifica Ferrari è molto strano”

In tutte le ultime tre gare CHARLES LECLERC è riuscito per due volte a portare la FERRARI in Q3 al sabato. Non solo, il talento monegasco al Mugello e al Nürburgring ha agguantato sorprendentemente la quinta e la quarta posizione in griglia, rendendo la SF1000 la migliore vettura sul giro secco dopo Mercedes e Red Bull. A Sochi, dove questo non è accaduto, va evidenziato come Leclerc sia stato penalizzato dalle comunicazioni errate dei box, che hanno compromesso il suo Q2. Sia in Toscana che in Germania però, durante la gara la Ferrari è peggiorata a livello di performance, venendo superata dalle varie Racing Point, McLaren, Renault e Alpha Tauri.

 F1   Ferrari sul passo gara è a 2,5 secondi da Mercedes

Un percorso inverso lo sta vivendo invece proprio la scuderia di Silverstone, spesso più performante la domenica rispetto al sabato. Su questo punto ha provato a ragionare il direttore tecnico della futura Aston Martin, ANDREW GREEN. Nelle dichiarazioni riportate dal sito inglese RaceFans infatti, l’ex designer di BAR e Jaguar ha identificato nel giro secco il punto debole della discussa RP20: “Passiamo molto tempo solo per assicurarci di avere una macchina per la domenica pomeriggio e compromettiamo il sabato, se necessario, per il nostro ritmo di gara”. Green però, approfondendo il tema delle qualifiche, non ha risparmiato un’osservazione proprio sulla Ferrari, il cui rendimento – in particolare con Leclerc – varia abbastanza sensibilmente da sabato a domenica.

 F1   Leclerc-Perez, sorpasso e controsorpasso al Nürburgring

“Penso che ci sia sicuramente qualcosa da guardare nel modo in cui le altre squadre sembrano essere in grado di trovare il ritmo nelle qualifiche, cosa che noi non sembriamo avere – ha spiegato – e penso che un buon esempio di questo sia la Ferrari. NON SO DA DOVE PRENDANO QUEL RITMO CHE HANNO AL SABATO. Ma quando arriva la domenica sono mezzo secondo dietro di noi, il che è molto strano. È una cosa che stiamo sicuramente guardando. In ogni caso, per come stanno andando le cose, al sabato saremo sempre più vicini, ma sembra che, relativamente parlando, facciamo dei passi in avanti la domenica”.

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: