Questione di budget

Questione di budget

Nella storia della Formula 1 c’è – per ora – ancora qualche team principal che è riuscito a vincere in carriera un numero maggiore di titoli rispetto a quanto non abbia fatto TOTO WOLFF in Mercedes. Il manager austriaco però, con i suoi sette campionati costruttori consecutivi viniti, uniti a sette titoli piloti in fila portati a casa da Lewis Hamilton (sei) e Nico Rosberg (uno) dal 2014 ad oggi, è ancora imbattuto nel suo ruolo. Mai, da quando c’è lui al vertice del team Mercedes di Formula 1, qualcuno è riuscito a stare davanti in campionato alle frecce argento-nere. Wolff però in F1 non ha sempre lavorato alla Mercedes. Dal 2009 fino a fine 2012 Wolff è stato prima azionista e successivamente Direttore Esecutivo della Williams.

 Wolff: “Adesso Hamilton costerà di più”

Intervistato dal sito ufficiale della Formula 1 a margine del GP di Turchia, nel quale Lewis Hamilton ha conquistato il suo settimo titolo mondiale in carriera, Wolff ha raccontato di quali furono le sue sensazioni al momento dell’approdo nella casa della Stella. Soprattutto, il manager austriaco si è concentrato su quello che era all’epoca il PUNTO DEBOLE DELLA MERCEDES, la comunicazione interna: “C’erano delle buone basi. Ross Brawn aveva fatto un bel lavoro nel portare in squadra delle persone chiave. Ma quando sono entrato era chiaro che c’era poca sincronizzazione tra la struttura tedesca e il team in Gran Bretagna – ha spiegato Wolff – non c’era la giusta comunicazione. Stoccarda non era consapevole del fatto che al team mancassero fondi. Questo si rifletteva in tutte le aree”.

 Wolff: “Sarò team principal della Mercedes nel 2021”

La base economica, nell’esperienza di Wolff è fondamentale per poter centrare il successo in F1: “C’era sempre scetticismo verso l’altro quartier generale. Io ho messo tutto sul tavolo e ho detto ‘Quali sono le vostre aspettative?’. Dall’altra parte mi hanno risposto che erano di vincere il campionato – ha aggiunto ancora il dirigente viennese – perché questa è la squadra che avevano comprato nel 2009 ed è dove si aspettavano che la Mercedes fosse. Allora ho risposto che io ero alla Williams e con lo stesso budget le mie aspettative erano di finire quinto o sesto. Quindi c’era qualcuno di noi due che aveva torto. La conclusione è stata che il team semplicemente era sotto-finanziato. UNA COSA È CERTA: SE HAI MENO SOLDI, NON VINCI. Se hai lo stesso budget non c’è garanzia di vincere, perché ci vogliono tempo e le persone giuste”.

Fonte: https://www.formulapassion.it/motorsport/formula-1/f1-team/questione-di-budget-f1-wolff-hamilton-ross-brawn-2020-williams-532405.html

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: