Mercedes: DAS e piantone, le difficoltà del Nürburgring

Mercedes: DAS e piantone, le difficoltà del Nürburgring

Nei giorni di Barcellona era stato praticamente l’unico tema di conversazione: il DAS Mercedes. L’ennesima geniale trovata del team di Brackley per scavare un solco ancora più profondo tra sé e la concorrenza. Il sistema che modifica in corsa la convergenza delle ruote anteriori della vettura, spostando avanti e indietro – letteralmente – il volante, era stato portato anche davanti alla FIA. Addirittura la Federazione per impedirne l’utilizzo nel 2021 aveva dovuto riadattare il regolamento, così da coprire la zona grigia sfruttata dai geni di nero-argento per poterlo utilizzare in questa stagione. Con il passare dei mesi però, il tema DAS è ‘passato di moda’.

 F1   Gli highlights del GP Eifel 2020: Hamilton eguaglia Schumi

In varie circostanze si sono visti Lewis Hamilton e Valtteri Bottas utilizzarlo, ma non è mai apparso come un punto fondamentale all’interno delle strategie nel weekend Mercedes. Nell’appuntamento dello scorso weekend al Nürburgring però, le cose sono cambiate. A spiegarlo è stato direttamente JAMES VOWLES, il capo delle strategie della scuderia campione del mondo, nel consueto video di debrief pubblicato dal team di Brackley dopo il GP. La ragione è da ricercarsi nelle gelide temperature affrontate da team e piloti in Germania. “È giusto dire che abbiamo usato il DAS più che mai questo fine settimana – ha spiegato Vowles – nelle prove libere, nel lavoro sul singolo giro, in qualifica ma anche durante la gara”.

 Mercedes, il DAS non è un “capitolo chiuso”

“La domenica in particolare l’abbiamo usato durante il giro di formazione – ha proseguito – ma anche quando eravamo dietro la Safety Car, quando abbiamo dovuto fare un certo numero di giri su pneumatici sempre più freddi. Credo sia giusto dire che IL DAS HA CONTRIBUITO A FAR SÌ CHE LA NOSTRA RIPARTENZA SIA STATA COSÌ BUONA e che questo fine settimana sia stata un vero successo” ha sottolineato Vowles. Mai finora la Mercedes aveva evidenziato in questo modo l’utilizzo del Dual Axis Steering. Infine Vowles ha spiegato anche quali fossero i problemi allo sterzo lamentati da Hamilton poco prima della partenza del GP.

 Hamilton e il record: “Non posso crederci”

“Aveva gioco all’interno del piantone dello sterzo e TUTTO IL SISTEMA DI STERZO SI MUOVEVA AVANTI E INDIETRO DI POCO – ha spiegato nel dettaglio il capo stratega Mercedes – questo è un fattore che riguarda la performance. In curva si cerca di sentire il limite delle gomme, avere qualsiasi movimento nel piantone dello sterzo fa sì che non si sia sicuri se è la macchina che si muove, le gomme che si muovono o qualcos’altro. Tuttavia, non si è trattato di un problema di sicurezza – ha messo in chiaro Vowles – non abbiamo mai avuto alcuna preoccupazione per il sistema. È una cosa che abbiamo notato sabato, ma il regolamento del parco chiuso stabilisce che, a meno che il componente non sia rotto, non si può sostituire. Per questo Lewis ha dovuto correrci e ha fatto un ottimo lavoro considerando la quantità di condizioni difficili che abbiamo avuto in quella gara“.

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: