Marko nega ricatto a Todt sui motori

Marko nega ricatto a Todt sui motori

La POLITICA SULLE MOTORIZZAZIONI IN FORMULA 1 oltre il 2021 diventa sempre più intricata e inizia ad accendere le prime tensioni. Con l’ADDIO DELLA HONDA al termine della prossima stagione, la RED BULL si ritroverà senza una fornitura privilegiata e in grado di garantirle la permanenza ad altissimi livelli, soprattutto con l’esordio dei nuovi regolamenti tecnici fissato proprio per il 2022.

HELMUT MARKO sta facendo di tutto per spingere verso un congelamento delle attuali power unit, in attesa di nuove regole anche su questo fronte che consentano una maggiore semplificazione e una drastica riduzione dei costi per favorire l’arrivo di nuovi costruttori. L’obiettivo è quello di acquistare la proprietà intellettuale della Honda, ,a la battaglia si preannuncia intensa e piena di ostacoli.

 Nuova idea Red Bull: BoP e congelamento parziale dei motori

La Red Bull non ha negato l’ipotesi di abbandonare la Formula 1 se non riuscirà ad ottenere il suo obiettivo, ma JEAN TODT non ha accettato questo tipo di approccio: “Rispetto ogni opinione e ogni richiesta, ma NON PERMETTERÒ DI ESSERE RICATTATO“, ha dichiarato il presidente della FIA ad Auto Motor und Sport.

Alle parole di Todt è arrivata prontamente la risposta di Marko: “QUESTO NON È UN RICATTO, SONO SOLO I FATTI. Se non ci sarà lo stop allo sviluppo, non possiamo portare avanti il progetto Honda. Con questi motori complessi, non è possibile un ulteriore sviluppo senza un centro di ricerca come quello di Sakura. E i costi legati a questo non sono accessibili”.

 Congelamento motori, il paddock si divide

Allo stato attuale, la Red Bull farebbe fatica ad accettare nuovamente uno status di cliente come quello avuto in passato: “L’alternativa è quella di trovare un accordo con Ferrari o Renault, e non è affatto semplice. SI PUÒ IMMAGINARE COSA SUCCEDEREBBE SE BATTESSIMO LA ROSSA CON UN LORO MOTORE, e lo stesso vale con la Renault che punta ad essere tra i primi con l’ingaggio di un certo Fernando Alonso. Il regolamento impone parità di trattamento, ma ci sono tanti modi per creare differenze. Se non siamo d’accordo, lasciare la Formula 1 è un’opzione concreta per noi. Abbiamo solo mostrato la realtà dei fatti”.

Fonte: https://www.formulapassion.it/motorsport/formula-1/f1-team/marko-nega-ricatto-a-todt-sui-motori-fia-addio-honda-congelamento-power-unit-528317.html

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: