Intrigo internazionale

Intrigo internazionale

Il prossimo anno il team Racing Point, guidato dal miliardario canadese LAWRENCE STROLL, si trasformerà nella scuderia Aston Martin. Il ritorno in F1 del marchio che fornisce le auto a James Bond pare quanto mai azzeccato, perché attorno all’acquisizione del team una volta noto come Force India si sta scatenando una vera e propria GUERRA DI INTRIGHI degna di un film di 007. La storia del passaggio di proprietà del team dalle mani di VIJAY MALLYA è abbastanza nota. L’imprenditore indiano, indagato dal suo governo che ne chiedeva l’estradizione dal Regno Unito, ha ceduto il team a Lawrence Stroll, privilegiando la sua offerta rispetto a quella del magnate russo DMITRY MAZEPIN, nonostante quest’ultima fosse maggiore.

 Racing Point, battaglia legale con Mazepin

Davanti all’Alta corte di giustizia però, un socio d’affari di Mazepin ha dichiarato di aver capito da Mallya che al tycoon indiano era stato offerto un CORRISPETTIVO DI DENARO, definito come “un’ uscita onorevole”. PAUL OSTLING, direttore indipendente senior della società di fertilizzanti Uralkali di Mazepin, ha dichiarato anche di aver ricevuto una telefonata e degli scambi tramite messaggi WhatsApp con lo stesso Mallya che definirebbero questo passaggio di denaro illecito. “La chiara implicazione che ho percepito dalle mie telefonate con il dottor Mallya e da questo messaggio era che il dottor Mallya stesse cercando una mazzetta e che il signor Lawrence Stroll fosse disposto a fare un tale accordo” ha dichiarato Ostling.

Ostling ha anche affermato che Mallya avrebbe successivamente cancellato i suoi messaggi, ma che lui li avrebbe conservati tramite screenshot. Tuttavia, nessun’altra prova di corruzione o di tentata corruzione è stata ascoltata dal tribunale. Sia Mallya che Stroll hanno negato le accuse. L’imprenditore indiano ha spiegato il suo punto di vista, sottolineando che “la mia preoccupazione principale era quella di proteggere le fantastiche persone della Force India. Avevo intenzione di garantire un passaggio di consegne senza intoppi della squadra. Questo, insieme alla mia speranza di mantenere una partecipazione azionaria in quello che è stato il mio team per anni, è ciò che ho definito come ‘uscita onorevole’“.

Fonte: https://www.formulapassion.it/motorsport/formula-1/f1-team/intrigo-internazionale-f1-force-india-racing-point-aston-martin-007-dmitry-mazepin-vijay-mallya-lawrence-stroll-533159.html

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: