Ferrari, ulteriori aggiornamenti al Nurburgring

Ferrari, ulteriori aggiornamenti al Nurburgring

Cercare di difendere la sesta posizione nel campionato costruttori, magari avvicinando la quinta piazza, non può essere certo un obiettivo soddisfacente per un team come la FERRARI. L’obiettivo minimo fissato ad inizio stagione dal team principal di Maranello Mattia Binotto era la terza posizione, ma la piega che ha preso il 2020 della rossa è evidente a tutti. Così occorre fare di necessità virtù, guardando positivamente anche a piccoli passi in avanti, come quelli che la SF1000 ha mostrato in Russia, almeno per quanto riguarda la gara di CHARLES LECLERC. Gli AGGIORNAMENTI portati dal team a Sochi hanno avuto il loro effetto, seppur minimo, permettendo al monegasco di chiudere la gara in sesta piazza, davanti alla Renault di Ocon e alle due Alpha Tauri.

 ChronoGP | Ep.34: Ferrari, al via gli sviluppi. Domenicali nuovo CEO  F1

Come già era stato anticipato direttamente da Maranello, ulteriori upgrade arriveranno anche al NURBURGRING. Si tratterà sempre di aggiornamenti ‘piccoli’, in linea con la filosofia spiegata da Binotto, che ha ribadito più volte come sia l’intero progetto della monoposto 2020 che è da rivedere. Le componenti provate sul Mar Nero erano più legate ad un discorso di correlazione che non di pura performance, mentre in Germania si dovrebbero poter vedere delle aggiunte finalizzate anche alla PRESTAZIONE. Il piano è quello di individuare quantomeno una linea di sviluppo funzionale, che permetta di competere nel 2021 in maniera dignitosa, attendendo poi il cambio dei regolamenti.

 Binotto: “Un passo avanti”

“Non credo che sia merito degli aggiornamenti, non è questo il motivo – aveva spiegato al sito ufficiale della F1 lo stesso Binotto in riferimento al risultato di Sochi – sono le caratteristiche della pista. Quindi speriamo di aver ritrovato una certa competitività che dia la possibilità ai due piloti di lottare per una posizione migliore in futuro. Avremo qualche altro aggiornamento al Nurburgring – ha aggiunto – ma anche in questo caso non maggiore. Ma per noi penso che sia importante, [per] la nostra competitività. [Gli aggiornamenti] si concentreranno PRINCIPALMENTE SUL DIFFUSORE per la restante parte della stagione“.

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: