Claire Williams non sarà più team principal

Claire Williams non sarà più team principal

Il Gran Premio d’Italia a Monza sarà l’ULTIMO da timoniere al muretto della Williams per quanto riguarda Claire Williams. La scuderia inglese ha ufficializzato la vendita al gruppo Dorilton che poco a poco prenderà le redini del team per guidarlo verso la risalita della griglia di partenza che attualmente vede George Russell e Nicholas Latifi costretti a lottare per le ultime file.

 Williams, chi è dietro la nuova proprietà

Queste le parole di CLAIRE WILLIAMS: “È con il cuore pesante che lascio il mio ruolo all’interno del team. Speravo di poter continuare il mio mandato a lungo e di preservare l’eredità della famiglia Williams fino alla prossima generazione. Tuttavia, la necessità di trovare investitori alla luce si una serie di fattori che si sono verificati e che erano tutti al di fuori dal nostro controllo ha portato alla vendita della Williams a Dorilton Capital. Abbiamo sempre messo i nostri dipendenti al primo posto e questa è stata la scelta giusta nell’ottica di preservare i posti di lavoro. So che nel gruppo Dorilton abbiamo trovato le persone giuste per permettere alla Williams di risalire la china mantenendo le proprie tradizioni e la propria identità. Ho deciso di farmi da parte per permettere a Dorilton di iniziare da capo in qualità di nuovo proprietario”.

 A message from Claire, to our fans.#WeAreWilliams 💙  pic.twitter.com/6pKb7t2tkH    — Williams Racing (@WilliamsRacing) September 3, 2020

“Non è stata una decisione facile, ma credo che sia stata quella giusta per tutte le parti in causa. Ho avuto l’enorme privilegio di crescere all’interno della Williams nel meraviglioso mondo che è la F1. Mi sono goduta ogni minuto in questa atmosfera che è al tempo stesso, però, molto impegnativa e ora voglio vedere cos’altro mi riserva la vita passando più tempo con la mia famiglia. Ringrazio Dorilton per aver compreso la mia decisione, i nostri tifosi che non ci hanno mai abbandonato nella buona e nella cattiva sorte, e mio padre per tutto quello che ha dato alla squadra, a questo sport e alla nostra famiglia”.

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: