Bottas, Wuhan e il pipistrello: Mercedes si scusa

Bottas, Wuhan e il pipistrello: Mercedes si scusa

In Turchia VALTTERI BOTTAS ha vissuto probabilmente il GP più difficile della sua intera carriera in Formula 1. Partito con l’idea di mettere le sue ruote davanti a quelle del compagno di squadra Lewis Hamilton, per provare a rinviare la conquista del titolo mondiale da parte del pilota inglese, Bottas è finito in testacoda alla prima curva, ripetendosi poi per altre cinque volte durante la corsa. Il finlandese ha tagliato il traguardo in 14esima posizione, staccato di un giro da Hamilton, mentre Lewis vincendo il Gran Premio diventava il pilota più titolato di sempre al pari di Michael Schumacher. È facile dunque comprendere come nelle interviste del dopo gara l’ex pilota della Williams non godesse del miglior stato d’animo possibile.

 Incubo Bottas, il calvario via radio

Interrogato da un giornalista della tv olandese Ziggo Sport, Bottas si è dunque lasciato scappare un commento che ha poi generato diversi STRASCICHI POLEMICI: al 31enne di Nastola è stato chiesto se – potendo cancellare un giorno dal calendario – avrebbe scelto la data del GP di Turchia. Il portacolori della Mercedes ha risposto di sì e poi – con intento chiaramente ironico – ha aggiunto: “OPPURE IL GIORNO IN CUI QUALCUNO HA COMPRATO UNA PIPISTRELLO A WUHAN“. Il commento era ovviamente riferito in maniera sarcastica allo scoppio della pandemia di Covid-19, che dopo aver preso origine nel paese asiatico si è diffusa in tutto il mondo. L’intento di Bottas era chiaramente scherzoso, ma non tutti hanno colto l’ironia del messaggio.

 Bottas, il giorno più lungo: “Non stavo in pista”

Per evitare possibili fraintendimenti dunque, la Mercedes ha scelto di CORRERE SUBITO AI RIPARI, pubblicando un messaggio di scuse sulla piattaforma social cinese Weibo: “Cari appassionati cinesi – si legge nel testo – domenica scorsa Valtteri ha avuto una gara difficile e deludente, nelle quale ha perso il titolo mondiale. Non voleva offendere nessuno davanti alle telecamere subito dopo la gara e NON VOLEVA CERTO MANCARE DI RISPETTO ALLA CINa e ai tifosi cinesi. Valtteri è quello che tutti conosciamo, ha a cuore ogni tifoso in Cina tanto quanto noi, augura a ciascuno di voi il meglio e di stare al sicuro in un momento così difficile” ha concluso la Mercedes.

Fonte: https://www.formulapassion.it/motorsport/formula-1/f1-team/bottas-wuhan-e-il-pipistrello-mercedes-si-scusa-f1-gp-turchia-pandemia-covid-19-532590.html

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: