Binotto: “Testacoda ha compromesso gara di Vettel”

Binotto: “Testacoda ha compromesso gara di Vettel”

SEBASTIAN VETTEL e la FERRARI sono entrambi ancora una volta sul banco degli imputati dopo l’ennesimo Gran Premio deludente di questa disastrata stagione 2020. Il tedesco infatti non è riuscito ad entrare in zona punti nel GP dell’Eifel, sul tracciato di casa del Nürburgring, pagando a caro prezzo anche un testacoda commesso nelle fasi iniziali della sua gara. La SF1000 però non lo ha certo aiutato, mostrando un ritmo ancora una volta lontano non solo da quello di Mercedes e Red Bull, ma pure dai diretti rivali di centro gruppo. Il team principal MATTIA BINOTTO però ha indicato nell’errore del pilota il principale problema della gara di Vettel.

 Vettel: “Abbiamo preso troppi rischi”

“Quanto a Sebastian, IL TESTACODA NELLE PRIME FASI HA COMPROMESSO LA SUA CORSA e poi c’è stato poco che potesse fare, nemmeno nel finale, una volta montate le soft – ha sottolineato il numero uno del muretto di Maranello – è chiaro che non possiamo essere soddisfatti di questo risultato ma continuiamo a lavorare per cercare di migliorare la prestazione complessiva. In qualifica qualche progresso si è visto ma quello che è importante è che gli aggiornamenti che stiamo introducendo sembrano andare nella giusta direzione, soprattutto in ottica 2021. In questo senso, dovremmo avere altre novità nella prossima gara di Portimao”.

 Leclerc: “Mi aspettavo di più”

Diverso invece il discorso per CHARLES LECLERC, partito quarto e giunto settimo al traguardo, dopo aver provato in ogni modo a impedire – inutilmente – i sorpassi agli avversari: “Gara difficile, condizionata principalmente dalla temperatura d’esercizio degli pneumatici – ha evidenziato ancora Binotto – lo si è visto soprattutto con Charles che, dopo una buona partenza, ha cominciato ad avere granining sulle Soft sin dai primi giri. Questo gli ha impedito di spingere come avrebbe voluto. Abbiamo dovuto così anticipare il suo pit-stop, puntando subito su una strategia alternativa. Quando nel finale c’è stata la possibilità di fare un’ulteriore sosta in regime di Safety Car, abbiamo scelto insieme a lui di rimanere fuori con le medie proprio per quello che avevamo visto nella prima parte”.

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: