Abiteboul-Ricciardo: fiducia e frustrazione

Abiteboul-Ricciardo: fiducia e frustrazione

Nel trittico di gare tra Spa, Monza e il Mugello, la Renault ha conquistato ben 47 punti, facendo peggio solo della Mercedes, dominatrice incontrastata del campionato. Un tred ottimo confermato anche a Sochi. La crescita di performance ha lanciato il team francese – che nel 2021 sarà ribattezzato Alpine – in piena lotta per la terza posizione nella classifica costruttori. La stella della squadra, DANIEL RICCIARDO, ha centrato due quarti posti negli ultimi quattro GP e il sogno di raggiungere un podio entro la fine del 2020 non pare più così inverosimile. Come noto però alla fine dell’anno le strade dell’australiano e del team di Enstone si separeranno. Il pilota di Perth andrà a cercare gloria in MCLAREN, mentre la Losanga riabbraccerà Fernando Alonso.

 Ufficiale: Alpine prende il posto di Renault

Il rapporto tra Ricciardo ed il team principal CYRIL ABITEBOUL è rimasto buono, come testimonia la tanto chiacchierata scommessa del tatuaggio da fare in caso di podio. Il dirigente francese ha però ammesso di essersi sentito piuttosto FRUSTRATO nel momento in cui è stato annunciato l’addio dell’ex Red Bull. “Credo che tutti abbiano potuto percepire la frustrazione, e la mia stessa frustrazione, quando è stato annunciato – ha rivelato Abiteboul in un’intervista rilasciata al sito Autosport – siamo onesti: avevo la sensazione che questo [progresso] stesse arrivando. Che la squadra avesse fatto un passo avanti e che la macchina sarebbe stata migliore. C’era molto di più in cantiere, che lui [Ricciardo] non aveva ancora guidato“.

 Ricciardo, un altro podio sfiorato

“Conoscevo le cifre, ma il problema è che sono solo cifre. SO CHE IN PASSATO GLI SONO STATE PROMESSE MOLTE COSE non solo da noi, ma anche dalla sua squadra precedente” ha aggiunto maliziosamente Abiteboul, spiegando in questo modo la volontà di Ricciardo di cambiare aria dopo un 2019 mediocre. “Daniel è molto emotivo, ma ha chiaramente fatto un passo avanti. Ha guadagnato moltissimo in confidenza con la squadra e con la macchina e il rapporto tra lui e il suo ingegnere di gara è molto forte” ha sottolineato il boss francese, dispiaciuto per non aver potuto prolungare il legame con l’australiano.

 Alonso, possibile test ad Abu Dhabi a dicembre

“È proprio vero che quando si cambia pilota si fa un passo indietro prima di fare un passo avanti – ha concluso Abiteboul – lo vediamo quest’anno ed è qualcosa che vorremmo fare in futuro: PORTARE STABILITÀ. Il primo anno è sempre un po’ un investimento prima delle stagioni che seguono. Quindi abbiamo bisogno di tenere più a lungo i nostri piloti se vogliamo fare dei passi in avanti”.

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: