Vettel: “Il mio casco si spiega da solo”

Vettel: “Il mio casco si spiega da solo”

Tra le tante ragioni che rendono speciale e anche molto discussa questa stagione 2020 di Formula 1 c’è anche l’insolito impegno per cause extra sportive manifestato da diversi piloti. Su tutti naturalmente LEWIS HAMILTON, sostenitore del movimento Black Lives Matter, che combatte contro la discriminazione razziale. La stessa Formula 1, ad inizio stagione, aveva lanciato l’hashtag #WERACEASONE, finalizzato ad incoraggiare il rispetto delle diversità in ogni ambito, del motorsport e della vita in generale. Un messaggio sicuramente lodevole ed importante, rimarcato dagli stemmi arcobaleno mostrati su tutte le vetture. Nel corso dei mesi però i fari su questa iniziativa si erano parzialmente affievoliti.

 Casco arcobaleno per Vettel a Istanbul – FOTO

A cercare di riportare l’argomento in primo piano ci ha pensato SEBASTIAN VETTEL, con un casco che sta già facendo discutere. Il tedesco della Ferrari infatti ha apposto nella sua nuova versione –  personalizzata apposta per il GP di Turchia – una BANDIERA ARCOBALENO in sostituzione di quella tedesca. Un messaggio di uguaglianza e rispetto delle diversità forte, rimarcato anche da diversi altri elementi sul casco, e ‘dedicato’ specificamente ad un paese con una legislazione molto controversa in merito, come è la TURCHIA. Il governo di Erdogan infatti è al centro di molte discussioni internazionali sul mancato rispetto dei diritti umani.

Intervistato dalla tv Sky Germany, Vettel ha con eleganza tenuto a ribadire ancora una volta il SENSO DEL SUO MESSAGGIO: “È il messaggio che è decisivo. Ne abbiamo parlato molto all’inizio della stagione, ma come sempre queste cose si perdono e si dimenticano in fretta – ha spiegato Vettel – affinché ciò non accada, credo che questo sia il posto giusto per trasmettere questo concetto. LA DIVERSITÀ. Credo che si debbano togliere i paraocchi e accettare che ci sono delle differenze, ma che ognuno di noi non deve farne. Bisogna accettare tutti così come sono e non ‘dividerli’ in categorie. PERCHÉ È IL POSTO GIUSTO PER MOSTRARE QUESTO CASCO? CREDO CHE QUESTO SI SPIEGHI DA SOLO“ ha concluso il quattro volte iridato. Vettel per questa iniziativa ha ricevuto anche il plauso social del suo ex compagno Daniel Ricciardo, che ha definito il casco “fantastico“.

Fonte: https://www.formulapassion.it/motorsport/formula-1/f1-piloti/vettel-il-mio-casco-si-spiega-da-solo-f1-ferrari-turchia-gp-we-race-as-one-erdogan-531420.html

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: