Verstappen vede arancio

Verstappen vede arancio

[RASSEGNA] – La Formula 1 vive ore in tinte arancio, nell’attesa di scoprire come sarà la nuova ZANDVOORT. Merito della passione per MAX VERSTAPPEN e dell’orgoglio nazionale, ma anche per la scelta evidente di LEWIS HAMILTON di mostrare un capo di moda di colore simile a quello che vedrà sulle tribune. Max può contare su una spinta incredibile da parte dei fan, e cercherà di far fruttare al massimo le caratteristiche della sua Red Bull-Honda per bissare il ‘successo’ ottenuto a Spa.

“Zandvoort è una pista da medio carico aerodinamico, quindi impone necessariamente un compromesso tra la sezione più veloce e i tratti guidati, dove sono presenti rapidi cambi di direzione. Sulla carta la monoposto che potrebbe interpretarne al meglio le caratteristiche potrebbe essere proprio la Red Bull di Verstappen. PARE CHE LA RB16B GENERI CON IL SOLO FONDO VETTURA UN CARICO DI DUE PUNTI SUPERIORE A QUELLO PRODOTTO DAL FONDO DELLE MONOPOSTO RIVALI. Un dato che, tradotto grossolanamente in valori di spinta verticale, equivale a oltre 200 Kg. Questo elemento giustifica ampiamente il fatto che anche in Belgio fosse dotata di una configurazione delle ali che generava un carico decisamente inferiore a quelle della concorrenza, con una tangibile riduzione della resistenza all’avanzamento. Inoltre la stabilità del carico tra i due assi è stata sin dal debutto una caratteristica vincente di questa vettura: il manto di asfalto privo di asperità dovrebbe esaltare una monoposto tagliata su misura per questa pista“, scrive Paolo Filisetti sulla Gazzetta dello Sport.

“In un giardino una bambina attacca bandierine ai fili. Prima quella arancione con il numero 33, poi l’altra a scacchi. Spuntano dai terrazzi, dai ristoranti, dalle finestre delle case a due piani. Sono ovunque. UN POPOLO INTERO SPINGE MAX VERSTAPPEN, «tuffati nell’oceano orange» recita un cartello all’entrata del circuito. La marea sta salendo: tribune monocolore, dietro c’è l’agenzia creata dal papà del pilota olandese della Red Bull, sembra di essere al Mugello ai tempi d’oro di Valentino Rossi“, si legge sul Corriere della Sera. “LEWIS HAMILTON SI PRESENTA A CASA VERSTAPPEN… VESTITO DI ARANCIONE. SE NON È UNA PROVOCAZIONE, POCO CI MANCA. «Mi aspetto di essere fischiato dai tifosi locali – ha detto il campione del mondo – Faccio solo notare che a Silverstone nessuno ha fischiato Max…». Secca la replica del padrone di casa: «Quando entri in uno stadio pieno non puoi dire alla gente come deve comportarsi – ha spiegato l’asso della Red Bull – È importante che prevalga la correttezza in pista e io sarò leale». Un bel clima“, ironizza Leo Turrini sul Resto del Carlino.

“Il primo GP d’Olanda dagli anni ’80 è stato possibile perché Verstappen è diventato oggetto di pellegrinaggio. Tutti inseguono Max in questo fine settimana, anche mentre compie un giro di pista a piedi. IL PUBBLICO DI CASA HA IL SUO EROE E ANCHE IL CATTIVO: LEWIS HAMILTON“, spiega il quotidiano spagnolo AS.

“I cancelli del circuito olandese sarebbero rimasti chiusi per sempre per la Formula 1 senza la nascita di un fenomeno come Max Verstappen. NEL 2020 LA GARA FU CANCELLATA PERCHÉ CORRERE A PORTE CHIUSE FACEVA VENIRE MENO IL SENSO DELLA NARRAZIONE: senza la marea arancione dei tifosi di Max non aveva senso accendere i motori. Ieri i cancelli sono stati aperti al pubblico e si sono viste scene di festa, traffico e confusione che davvero hanno ricordato la Formula 1 degli Anni 70 e 80. Nella pacifica invasione di tribuna e pista per adesso prevale il clima allegro, però i rapporti tra i due piloti sono affilati e l’onda arancione è pronta a rimarcarlo. Hamilton si aspetta di essere fischiato per la terza volta consecutiva dopo l’incidente a Silverstone di un mese e mezzo fa. È successo in Ungheria e soprattutto in Belgio la settimana scorsa. Verstappen non fa tentativi per allentare la tensione e invita il collega a «chiudere le orecchie» a fronte delle inevitabili manifestazioni di dissenso“, racconta Stefano Mancini sulla Stampa.

Fonte: https://www.formulapassion.it/motorsport/formula-1/f1-piloti/zandvoort-arancio-marea-tifosi-verstappen-fischi-hamilton-clima-2021-gp-582781.html

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: