Verstappen: “Credo in un titolo con la Red Bull”

Verstappen: “Credo in un titolo con la Red Bull”

Sono anni cruciali questi per la carriera sportiva di MAX VERSTAPPEN. Il giovane talento olandese ormai ha oltre 100 Gran Premi alle spalle e non è più il ‘ragazzino terribile’ dei suoi primi anni in F1, ma una solida realtà del campionato. Lo strapotere Mercedes e una Red Bull non sempre all’altezza non gli hanno però ancora mai permesso di poter competere concretamente per il titolo iridato. Quest’anno il 22enne di Hasselt è al momento secondo in classifica, ma realisticamente è complesso immaginarlo in vetta al campionato a fine stagione, stante la differenza di performance esistente tra la W11 Mercedes e la RB16 di Milton Keynes.

 Button: perché Verstappen ricorda Senna e Schumacher

Nella conferenza stampa di viglia del GP del Belgio Verstappen ha sottolineato proprio questo punto, giudicando difficile anche ottenere un grande risultato nella ‘sua’ Spa: “Abbiamo ricavato di più del normale finora – ha ammesso Verstappen, vincitore nella seconda delle due gare di Silverstone –  sembra che siamo ancora in lotta con loro, ma in realtà non è così. NON CREDO ALLE FAVOLE. Tutti continuano a parlare del caldo, ma in Spagna con il caldo siamo stati battuti. Spa è la mia pista preferita, con molte curve veloci. Non vedo l’ora che arrivi. Ma non è la pista migliore per noi. Siamo a corto di velocità massima”.

 Verstappen: “Spa non è la nostra pista ideale”

In conferenza stampa però Verstappen non ha rinnegato il PROGETTO RED BULL-HONDA, al quale si è legato fino al 2023. La sua ambizione resta quella di poter vincere con il team di Milton Keynes e la convinzione è quella di poterci riuscire con l’avvento del PROSSIMO REGOLAMENTO TECNICO: “La Mercedes ha avuto un buon inverno, hanno fatto progressi con il motore. Ecco perché eravamo indietro all’inizio, ma non ci arrendiamo. Credo in un titolo con la Red Bull-Honda. E nel 2022 arriveranno i nuovi regolamenti” ha ribadito il talento orange, che per la prima volta in Belgio dovrà fare a meno della ‘marea arancione’ che solitamente accorre a sostenerlo.

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: