Un lungo purgatorio

Un lungo purgatorio

Charles Leclerc e George Russell hanno lo stesso CURRICULUM prima di approdare in F1. Entrambi hanno vinto la GP3 e la F2 all’esordio, poi, però, l’attuale pilota della Ferrari ha avuto l’occasione di guidare l’Alfa Romeo Racing all’esordio nel Circus, mentre l’inglese ha dovuto accontentarsi della Williams. Leclerc è stato promosso in Ferrari nel 2019, mentre Russell non ha ancora avuto questo privilegio da parte della Mercedes, che continua a puntare su Lewis Hamilton e Valtteri Bottas senza dare spazio al talento dell’academy.

 Russell e il ‘baller’ Leclerc

Durante la conferenza stampa di presentazione del weekend del Bahrain GEORGE RUSSELL ha ammesso di provare un po’ di frustrazione nel non poter mettere in mostra il proprio potenziale a differenza di Charles Leclerc e di Max Verstappen: “Ovviamente c’è un po’ di frustrazione da parte mia di fronte a questa situazione – le parole del pilota Williams – però in fin dei la F1 è sempre stata così, ci sono sempre state delle macchine più veloci delle altre. Ciò che mi dispiace e che mi preoccupa è che nel 2021 sarà più o meno così. Devo aspettare e sperare che nel 2022 le carte si rimescolino un po’ di più grazie anche al nuovo regolamento”.

 Steiner: “Eravamo vicini a mollare”

A dare un po’ di speranza a Russell è il fatto che con l’arrivo della nuova proprietà – DORILTON CAPITAL – le risorse economiche per cercare di migliorare la Williams non mancheranno: “Stiamo portando degli aggiornamenti da testare in vista della vettura 2021 – ha aggiunto il classe 1998 – la speranza è di superare Alfa Romeo e Haas per lanciarci alla caccia del centro del gruppo nella prossima stagione”. 

Fonte: https://www.formulapassion.it/motorsport/formula-1/f1-piloti/un-lungo-purgatorio-russell-verstappen-leclerc-williams-ferrari-redbull-534039.html

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: