Un altro giorno in ufficio

Un altro giorno in ufficio

Recentemente Daniel Ricciardo in un’intervista aveva detto, in modo ironico, che per Lewis Hamilton forse non è nemmeno più così divertente infilare pole e vittorie una dietro l’altra. Ieri in Bahrain si sono visti FESTEGGIAMENTI MODERATI per l’ennesimo primo posto in qualifica, da parte del britannico. Nonostante il suo tempo, irraggiungibile per Bottas e compagnia, è apparso un giorno come un altro: HAMILTON HA TIMBRATO IL CARTELLINO, ha sgombrato le solite pratiche, ed è tornato ai box. Una vita da ufficio.

“Guidando quasi con un gomito di fuori, Hamilton a Sakhir ha ulteriormente migliorato il suo record. Forse otterrà la pole numero 100 già in questa stagione, visto che rimangono ancora due Gran Premi da disputare. A scanso di equivoci, nulla tolgo alla grandezza del sette volte campione del mondo, segnalando che CONTINUA A CORRERE DA SOLO. Bottas, il suo compagno in Mercedes, è un onesto maggiordomo. Un cameriere cui mancano energie e talento per mettere in difficoltà il padrone di casa“, scrive Leo Turrini sul Resto del Carlino.

 Mekies: “Ci attende una gara in salita”

“Non c’è storia: BOTTAS HA LA MACCHINA (LA MERCEDES) MA NON IL TALENTO, Verstappen ha il talento ma non la macchina, mentre al suo compagno di squadra Albon mancano entrambe le cose. L’unico diversivo poteva essere il senso di appagamento di Hamilton dopo la grande abbuffata di primati. Niente da fare. «Ho festeggiato allenandomi, per questo ho mantenuto la concentrazione – racconta il campione del mondo – . È bello godersi la pista con meno pressione per il risultato».”, riporta la Stampa.

E la Ferrari? “Anche in Turchia le due Rosse finirono fuori dai primi dieci per poi risalire fino al podio, ma c’erano condizioni particolari. Ripetersi? Difficile, però si punta a portare a casa «il bel bottino di punti» di cui parla Sebastian Vettel: con una gestione accorta delle gomme, con le strategie. In Bahrain, tracciato sensibile ai cavalli, LA MONOPOSTO 2020 HA PERSO UN SECONDO E TRE DECIMI SU QUELLA 2019, a causa delle direttive tecniche dopo l’inchiesta Fia sui motori. Un’eternità“, si legge sul Corriere della Sera. Un’eternità che ha reso a Hamilton la vita molto più facile.

Fonte: https://www.formulapassion.it/motorsport/formula-1/f1-piloti/lewis-hamilton-bahrain-2020-vita-ufficio-534623.html

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: