Stroll, danni all’ala anteriore dietro il crollo di Istanbul

Stroll, danni all’ala anteriore dietro il crollo di Istanbul

In testa dal decimo al 35esimo giro, girandola del primo pit-stop esclusa, Lance STROLL sembrava proseguire un weekend da sogno iniziato con la pole position. A Istanbul, però, la gara si è trasformata presto in un incubo: con il secondo e ultimo set di intermedie Stroll è precipitato fino alla nona posizione. ll tutto mentre il compagno di squadra Sergio PEREZ andava a prendersi il secondo posto nella gara che ha consacrato Lewis Hamilton sette volte campione del mondo. La RACING POINT, forse anche imbarazzata per la differenza di risultati tra Checo e Stroll, si è affrettata a spiegarne le cause.

 Lance reported poor tyre performance, significant understeer and  graining from lap 17 onwards in the race. Pitting for a fresh set of  intermediates on lap 36 failed to resolve the problem, with the  graining becoming even more severe. [2/5]    — BWT Racing Point F1 Team (@RacingPointF1) November 16, 2020

Problemi di gomme sì, ma secondo quanto filtrato dal team di Silverstone c’è di più. In una lunga discussione su Twitter, la Racing Point ha rivelato come dietro ci siano dei DANNI ALL’ALA ANTERIORE non risolvibili. E che i problemi risalivano a prima del secondo pit-stop: “Durante i controlli di routine post-gara, abbiamo scoperto danni sul fondo dell’ala anteriore di Stroll. Questo ha contribuito in modo significativo ai problemi di GRAINING che ha dovuto affrontare durante i suoi due stint con le intermedie. Lance ha segnalato lo scarso rendimento delle gomme, graining e un notevole sottosterzo dal 17esimo giro in poi. Il secondo pit-stop, dove abbiamo montato un nuovo set di intermedie, non è riuscito a risolvere il problema, anzi il graining è aumentato ancora”.

 Data during the race confirmed there was a significant loss of front  downforce – but with no visible damage to the top side of the  front wing, combined with the low-grip conditions, it was difficult  to confirm whether the data was correct. [4/5]    — BWT Racing Point F1 Team (@RacingPointF1) November 16, 2020

“Uno dei componenti di quella zona della vettura si è allentato e si è depositato in modo tale da causare una significativa perdita di downforce sull’anteriore. E ciò ha causato l’aumento esponenziale di graining sulle gomme. I dati raccolti durante la gara hanno confermato che c’è stata una significativa perdita di downforce sull’anteriore. Tuttavia, siccome non c’erano danni all’ala visibili a occhio nudo, il tutto sommato a condizioni di scarso grip, È STATO DIFFICILE VERIFICARE LA CORRETTEZZA DI QUESTI DATI. Solo dopo la gara, quando l’auto è tornata in garage, abbiamo scoperto i danni all’ala anteriore”, così si chiude il comunicato della Racing Point.

 It was only after the race, when the car returned to the garage,  that the damage and blockage to the underside of the front wing was  discovered. [5/5] #TurkishGP #F1    — BWT Racing Point F1 Team (@RacingPointF1) November 16, 2020

Il team di Silverstone, nonostante il crollo di Stroll, è di nuovo terzo in CLASSIFICA COSTRUTTORI, con un vantaggio di cinque punti sulla McLaren a tre gare dal termine.

Fonte: https://www.formulapassion.it/motorsport/formula-1/f1-piloti/f1-stroll-danni-ala-anteriore-dietro-crollo-istanbul-lance-racing-point-sergio-perez-532099.html

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: