Russell: “Portimao, avrei preferito la versione più lenta”

Russell: “Portimao, avrei preferito la versione più lenta”

Il circuito di PORTIMAO, teatro del prossimo GRAN PREMIO DI FORMULA 1, è definito il gioiello del Portogallo in termini di automobilismo e motociclismo. Senza nulla togliere al mitico ESTORIL, Portimao presenta diverse configurazioni possibili, con la possibilità di aggiungere chicane e curve lente a un tracciato di base.

LA FORMULA 1 HA PERÒ SCELTO LA CONFIGURAZIONE PIÙ VELOCE, su 15 curve. E GEORGE RUSSELL, pilota Williams, si è detto particolarmente stupito della scelta, soprattutto relativamente a ciò che avrebbe fatto lui ragionando in termini di spettacolo. “Sono sorpreso che per la Formula 1 non sia stata utilizzata la configurazione lenta con il tornantino iniziale alla prima curva. Per noi infatti sarebbe meglio avere una curva a velocità più bassa alla fine di un lungo rettilineo, in modo che aumentino le possibilità di sorpasso. In ogni caso sono entusiasta per la nuova sfida: è un circuito molto spettacolare, ondulato, con molti punti ciechi. Punti che aggiungono carattere“.

Come mai il pilota britannico avrebbe preferito una configurazione differente? “Potremmo avere alcuni problemi con i limiti della pista, che spero possano essere risolti prima della gara. LA CURVA 1 ERA STATA UN PROBLEMA IN FORMULA 3. Nel 2015 mi ricordo una giornata di test sul tracciato che useremo, con la curva 1 veloce: tutti stavano superando i limiti della pista… Poi è stato deciso di utilizzare il tornantino con la chicane e devo dire che fu la scelta giusta“.

Insomma, la curva secca a destra dopo il rettilineo di partenza potrebbe essere un’osservata speciale in termini di track limits, in quanto non presenta una via di fuga vecchio stampo: un motivo in più per osservare come le Formula 1 affronteranno questo nuovo tracciato.

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: