Russell: “Corberi non ha scuse”

Russell: “Corberi non ha scuse”

In occasione della conferenza stampa del Gran Premio dell’Eifel George Russell e Nicholas Latifi hanno espresso il loro parere sull’episodio verificatosi a Lonato al campionato del mondo di kart che da domenica scorsa è purtroppo salito agli onori della cronaca nel motorsport. LUCA CORBERI dopo essere stato spedito nelle barriere ad alta velocità da PAOLO IPPOLITO ha staccato il paraurti del suo kart cercando di lanciarlo contro al rivale al passaggio successivo. Entrambi sono sotto inchiesta e la Federazione è prossima a prendere una sanzione esemplare anche per quanto avvenuto nel post-gara, con Corberi che ha aggredito Ippolito in Parco Chiuso.

 Corberi, Giunta Sportiva ACI non vuole sconti

“CORBERI NON HA SCUSE – le parole di Russell – ho gareggiato con lui per 3 o 4 anni nei kart, era sempre al vertice ed era un pilota pulito, non avevo mai potuto intravedere questa sfaccettatura del suo carattere. È stato colpito in un punto molto veloce della pista e a giudicare da quanto il suo kart fosse incastrato all’interno delle barriere il contatto deve essere stato proprio pericoloso, detto questo non ci sono scuse per quello che è successo dopo. La Federazione deve prendere dei seri provvedimenti”.

 Corberi, arrivano le scuse: “Non correrò mai più”

“Nei kart non c’è l’Halo e il PARAURTI È MOLTO PESANTE – ha aggiunto Latifi – non oso immaginare se avesse colpito qualcuno lanciandolo in pista quali avrebbero potuto essere le conseguenze. Anche ciò che è successo a gara finita è deprecabile, non ha nulla a che vedere con il motorsport. Mi aspetto una squalifica a vita da parte della Federazione”.

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: