Ricciardo punta Imola: “Lì c’è la storia”

Ricciardo punta Imola: “Lì c’è la storia”

Questo fine settimana la Formula 1 torna in Italia per la terza volta quest’anno. Dopo Monza e il Mugello tocca ad IMOLA far sventolare il tricolore bianco, rosso e verde. L’Autodromo Enzo e Dino Ferrari ospiterà il primo GP dell’Emilia Romagna della storia, rientrando così nel calendario iridato per la prima volta dal 2006. La pista, mitica per questo sport, intriga molto i piloti. I due titoli iridati sembrano ormai assegnati rispettivamente a Lewis Hamilton e alla Mercedes, ma alle spalle dei leader c’è ancora molto per cui lottare in classifica. A partire dalla TERZA POSIZIONE NELLA CLASSIFICA COSTRUTTORI.

 Ricciardo: “Eravamo senza ritmo”

A Portimao la RENAULT ha portato entrambe le vetture in zona punti, perdendo però due punti dalla McLaren e non guadagnandone nessuno sulla Racing Point. Con i tre team racchiusi nello spazio di sei punti, tutto può ancora succedere. Molto dipenderà anche dai risultati che riuscirà a portare a casa in questi ultimi cinque GP DANIEL RICCIARDO, che in campionato vanta esattamente il doppio dei punti del compagno di box: “Imola è per noi un’altra novità – ha spiegato il pilota di Perth – sono entusiasta di andarci, perché abbiamo fatto delle belle gare nei posti nuovi e finora mi sono divertito molto. Quest’anno poi ho ottenuto buoni risultati in Italia, quindi spero di poter fare un’altra bella gara questo fine settimana. Non ho mai corso a Imola prima d’ora e sono sicuro che ci sarà una certa ‘aura’, perché c’è tanta storia e sarà un’esperienza piacevole da vivere”.

 Ocon a scuola da Ricciardo e Alonso

Chi invece spera di proseguire il trend inaugurato in Portogallo è ESTEBAN OCON. Il francese infatti a Portimao ha terminato la gara davanti al compagno per la seconda volta in stagione: “Imola ha una combinazione interessante di curve impressionanti, come le Acque Minerale. È in leggera discesa, abbastanza veloce e poi risale. Ci sono molti sali scendi su questa pista e questo è ciò che la rende così caratteristica – ha sottolineato il francese – ha anche dei cordoli speciali e delle tipologie di chicane che non vediamo per tutto l’anno. Come pilota, QUESTA COMBINAZIONE DI CURVE PIACE PERCHÉ È GRATIFICANTE. Imola dovrebbe avere più grip [del Portogallo] perché la pista non è stata riasfaltata per molto tempo e viene usata regolarmente dalle altre serie“.

Fonte: https://www.formulapassion.it/motorsport/formula-1/f1-piloti/ricciardo-punta-imola-li-ce-la-storia-f1-ocon-renault-gp-emilia-romagna-527845.html

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: