Ricciardo: “Emozionante tornare al Nürburgring”

Ricciardo: “Emozionante tornare al Nürburgring”

Era il 2013 quando il NÜRBURGRING ospitò per l’ultima volta la Formula 1. Quello era il terzo anno di DANIEL RICCIARDO nel Circus. Anzi, il secondo e “mezzo”. Dopo una seconda parte di stagione in HRT nel 2011 e un 2012 in Toro Rosso, l’australiano ha fatto notevoli passi avanti nell’anno successivo, meritandosi la chiamata della Red Bull. E a Milton Keynes saranno stati contenti quando hanno visto l’australiano qualificarsi al sesto posto su una vettura non competitiva. RICCIARDO CONSERVA OTTIMI RICORDI DELLA PISTA TEDESCA MA VUOLE TRADURLI IN PUNTI CONCRETI. Servono come il pane alla Renault per consolidare le proprie speranze di TERZO POSTO IN CLASSIFICA COSTRUTTORI, attualmente appannaggio della McLaren. Queste le parole di Ricciardo ed Esteban Ocon in presentazione dell’appuntamento del Nürburgring.

DANIEL RICCIARDO: “L’ultima volta che ho guidato qui era nel 2013 ma NON VEDO L’ORA DI TORNARCI. Per quanto riguarda la pista, L’ULTIMA CHICANE È ABBASTANZA BELLA, perché ci si avvicina abbastanza velocemente e si salta sopra i cordoli, rendendo l’uscita di curva piuttosto selvaggia. Nelle vetture di Formula 1 di oggi sarà molto veloce, quindi dovrebbe essere divertente da affrontare. Non ci ho corso spesso nella mia carriera, ma mi sono qualificato sesto nel 2013 con un terzo settore viola. Ho corso qui anche in alcune categorie junior, sono arrivato secondo nel 2011 in Renault World Series. Ci ho anche corso la mia prima gara in Formula 3 nel 2008! Ma al di là dei ricordi, NOI ANDIAMO IN GERMANIA PER CONTINUARE QUESTO OTTIMO PERIODO DI FORMA“.

ESTEBAN OCON: “La prima curva è una bella sfida ed è un buon punto di sorpasso. Ci sono alcuni modi per affrontarla, perché è un tornante largo. Il secondo settore è bello, c’è la curva Schumacher e ci sono veloci cambi di direzione. Il settore finale ha il rettilineo, la chicane e poi la curva che dà al traguardo. SARÀ DIVERTENTE AFFRONTARE QUESTO CIRCUITO SU UNA FORMULA 1. SI TORNA A UN TIPO DI PISTA PIÙ NORMALE. Anche se è una novità per il calendario, la maggior parte dei team e dei piloti ha una certa esperienza del tracciato. Quindi, in un certo senso, dovrebbe essere più semplice rispetto al Mugello e a Portimão. SONO CONTENTO CHE IL NÜRBURGRING SIA TORNATO, è una grande notizia perché mi piace correre in Germania. E poi ho questa pista sul mio simulatore a casa“.

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: