Red Bull-Renault, Ricciardo: “Il tempo risolve”

Red Bull-Renault, Ricciardo: “Il tempo risolve”

Non si toglie dei sassolini dalle scarpe, DANIEL RICCIARDO, nonostante il tempo – in un certo senso – abbia finito per dargli ragione. Tra le motivazioni dell’addio shock alla Red Bull messo in atto a fine 2018 dal pilota australiano c’erano infatti anche alcune perplessità sul progetto della HONDA. Lui in Renault non ha vinto GP né ottenuto podi, ma adesso a Milton Keynes si trovano senza un motore per il post 2021. Situazione però su cui il grande ex ha deciso di non infierire. “Non è che guardo adesso a questa situazione pensando ‘io l’avevo detto’ – ha commentato il ragazzo di Perth nella conferenza stampa del Nurburgring – è così che funziona lo sport. Questo può capitare. Speriamo che la Red Bull trovi una buona soluzione. Almeno questo è quello che dovranno cercare ora”.

 F1   Red Bull-Renault: ritorno di fiamma

In quest’ottica non è affatto escluso che, tra le varie possibilità, il team austriaco decida di ‘tornare all’ovile’, ricostruendo una partnership proprio con la Renault. Con il motore francese a Milton Keynes hanno vinto otto titolo iridati tra il 2010 ed il 2013, ma nell’era ibrida tra le due parti non sono mancati gli scontri, che poi portarono alla separazione. Secondo Ricciardo però, una riappacificazione non è affatto improbabile, anche per le evidenti ragioni di forza maggiore: “C’è l’emozione e poi ci sono gli affari. IL TEMPO RISOLVE MOLTE COSE – ha spiegato pragmaticamente il pilota aussie – penso che possano comunque avere un buon rapporto di lavoro. Non credo sia successo nulla di irreparabile” ha concluso Ricciardo, che a fine stagione lascerà a sua volta la Renault per approdare in McLaren.

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: