Norris old-school

Norris old-school

Lando Norris non perde il suo atteggiamento giocoso e sincero anche nelle situazioni meno positive. Il giovane talento inglese della McLaren nelle PL2 del GP di Toscana infatti non ha brillato, chiudendo il turno solo in 14esima posizione nella graduatoria dei tempi. Un netto passo indietro significativo rispetto alle sue ultime prestazioni, che ha però una spiegazione piuttosto chiara: un errore commesso nel suo giro veloce che lo ha portato a danneggiare la MCL35 contro un muretto ai bordi della pista. Il Mugello è pista che non permette distrazioni ed il pilota britannico in questo caso ha pagato a caro prezzo la sua poca esperienza.

 Land-noooo 💥    Norris walked away from this crash in FP2 🚩#TuscanGP 🇮🇹 #F1  pic.twitter.com/ykfauVB7JE    — Formula 1 (@F1) September 11, 2020

“Questo il difetto delle piste old scholl? Eh sì, è vero – ha ammesso sorridendo il nativo di Bristol ai microfoni di Sky Sport F1, tornando sull’episodio centrale del suo venerdì – odio dirlo, ma sono finito nella ghiaia. Però dovrebbe essere sempre così. Non è certo l’ideale, ma a volte succede. Fortuna per i danni? Sì, poteva andare molto peggio – ha sottolineato ancora Norris – dall’interno dell’abitacolo pensavo di aver fatto più danni. Il fondo è ok. Lo sterzo invece è stato danneggiato”. Il tempo perso da Norris però potrebbe avere conseguenze domenica: “Ho commesso un piccolo errore che mi è costato caro, ho perso tutta la simulazione gara delle PL2 – ha concluso il pilota della McLaren – dobbiamo cercare di compensare domani”.

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: