McLaren: “A Sochi sarà battaglia”

McLaren: “A Sochi sarà battaglia”

La Formula 1 fa tappa a SOCHI, circuito dove ha sempre vinto la Mercedes. La MCLAREN è invece ferma al quarto e al quinto posto conquistati rispettivamente da Jenson Button e Kevin Magnussen nella gara d’esordio del 2014. Nel 2019 Carlos Sainz non è andato oltre il sesto posto, risultato che quest’anno non sarebbe da buttare. Considerando infatti la conformazione del circuito russo, potrebbero ben figurare anche Racing Point e Renault. Queste le parole dello spagnolo e del compagno di squadra Lando Norris in presentazione del Gran Premio di Sochi.

Carlos Sainz: “La terza tripletta della stagione ci ha regalato momenti positivi e negativi. ll grande risultato di Monza è stato una spinta importante per tutta la squadra, ma QUELLO CHE È SUCCESSO AL MUGELLO È QUALCOSA CHE SPERO DI NON RIVEDERE MAI PIÙ IN UNA GARA. Come ho detto prima, la cosa più importante è che tutti siano rimasti illesi, ma sono sicuro che ne discuteremo ancora una volta insieme in Russia. Dobbiamo capire cosa sia successo e trovare un accordo su come evitare che si ripetano situazioni del genere. Nove gare in 11 weekend sono state un impegno difficile per tutto il team, dunque è stato positivo avere una settimana di pausa per ricaricare le batterie e analizzare con calma le ultime prestazioni. Non vedo l’ora che arrivi Sochi, CI SARÀ UNA LOTTA SERRATA PER LA ZONA-PUNTI. Ovviamente vogliamo battere la concorrenza e massimizzare ogni opportunità“.

 Norris: “Fatto il massimo al Mugello”

Lando Norris: “Il calendario sembra più ‘normale’ adesso, dopo tre triplette. Avere il tempo di ricaricare le pile è stato necessario, ma sono pronto a ripartire. Sappiamo di avere del lavoro da svolgere, visto che la battaglia nel pacchetto di mischia è serrata. Sochi ha le sue sfide con un misto di curve tecniche a 90 gradi e rettilinei ad alta velocità, per non parlare della CURVA A SINISTRA A 180 GRADI, la terza del circuito. Dopo il Mugello, sarà bello avere di nuovo i tifosi in tribuna. Naturalmente, la priorità è quella di far sì che si godano la gara in sicurezza, e noi vogliamo mettere in scena il miglior spettacolo possibile per loro“.

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: