Magnussen al 99,9% senza un sedile nel 2021

Magnussen al 99,9% senza un sedile nel 2021

“Parleremo con la Ferrari in merito ai suoi giovani piloti dell’academy così come con Mazepin ed eventualmente anche con Nico Hulkenberg”. GUNTHER STEINER ha fatto di recente il punto sul mercato piloti della Haas in vista del 2021. I nomi sul taccuino del team principal della scuderia statunitense sono diversi, tra questi, però, sembra non figurare Sergio Perez che si è ritrovato appiedato a sorpresa dalla Racing Point la quale ha deciso di puntare di Sebastian Vettel.

La Haas nel 2021 cambierà entrambi i piloti. Secondo quanto riportato da Peter Nygaard sulla testata danese BT Sport al 99,9% Kevin Magnussen per la seconda volta in carriera dopo il 2015 SARÀ ESCLUSO DALLA GRIGLIA DI PARTENZA DELLA F1 come già avvenuto nel 2015 quando dopo aver esordito in McLaren nel 2014 dovette farsi da parte e tornare in panchina a Woking per lasciar spazio al cavallo di ritorno Fernando Alonso al fianco di Jenson Button.

 Un vichingo per la Red Bull

Questa volta per Magnussen con tutte le probabilità dovrebbe trattarsi di un addio definitivo. Il classe 1992 ha dimostrato di avere talento e di poter garantire anche una minima dote grazie ai suoi sponsor (Jack and Jones) e al sostegno da parte della Danimarca. La crisi legata al Coronavirus, però, ha messo in ginocchio i team minori i quali – aggiunge Nygaard – stanno guardando a chi può portare con sé una corposa valigia come nel caso di NIKITA MAZEPIN, che può contare sullo sponsor Uralkali. L’Alfa Romeo ha dichiarato che entro fine mese scioglierà le riserve in merito ai piloti 2021, la Haas potrebbe attendere ancora qualche settimana, ma per Kevin Magnussen la certezza di non vedere esercitata l’opzione che il team ha nei suoi confronti per il 2021 è già, purtroppo, realtà.

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: