Leclerc: “Torneremo in alto se continuiamo su questa strada”

Leclerc: “Torneremo in alto se continuiamo su questa strada”

Il 2020 è stato un anno particolarmente complesso in casa FERRARI, non solo a causa della pandemia che ha colpito ogni livello della nostra società. Il Cavallino ha sofferto più del previsto a seguito della necessaria revisione del proprio propulsore dopo l’accordo ‘segreto’ con la FIA, a cui si sono aggiunte imperfezioni anche in campo aerodinamico.

I tecnici di Maranello, però, non si sono dati per vinti e hanno avviato un’intensa fase di sviluppo che, seppur limitata dalle restrizioni imposte per la riduzione dei costi, ha portato indubbi benefici riducendo parte del gap dai primi e rimettendo la Rossa in lotta per il terzo posto nei Costruttori.

 Leclerc e il terzo posto: “Ferrari, crediamoci”

“Ci aspettavamo di aver fatto un passo indietro rispetto alla passata stagione, ma è stato un po’ una sorpresa vedere quanto eravamo in difficoltà alla prima gara in Austria – ha dichiarato CHARLES LECLERC in un’intervista rilasciata al Times – Nonostante ciò, abbiamo lavorato abbastanza bene nelle ultime quattro o cinque gare, portando piccoli aggiornamenti tutti nella direzione giusta: SE CONTINUIAMO COSÌ, SONO SICURO CHE TORNEREMO DOVE VOGLIAMO ESSERE quando ci sarà il cambiamento regolamentare nel 2022″.

 Leclerc: “Il 2020 mi ha reso più forte”

Il monegasco ha poi parlato del proprio APPROCCIO ALLE CORSE, a volte un po’ troppo critico con se stesso, ma che con il lavoro fatto da piccolo è riuscito ad ottimizzare per puntare sempre al massimo: “Con mio padre è stato molto difficile gestire questo aspetto, ma grazie al lavoro fatto quando ero ancora più giovane sono più forte mentalmente. Ero un tipo molto emotivo, adesso lo sono molto meno anche se questo forse non è l’aggettivo giusto da utilizzare. DA PICCOLO NON RIUSCIVO A CONTROLLARE LE MIE EMOZIONI, MENTRE ORA SÌ. Questo mi aiuta molto, soprattutto in determinate situazioni”.

 Leclerc furibondo: “Sono un c**e”

La FIGURA DEL PADRE HA GIOCATO UN RUOLO FONDAMENTALE NELLA CARRIERA DEL GIOVANE CHARLES, che ha sofferto molto dopo la sua scomparsa nel

  1. Lui, però, ha comunque trovato la forza di volare in Azerbaijan e correre per il campionato di F2 che lo ha poi visto campione quell’anno: “Ero molto triste, ma quando sono salito in macchina dovevo concentrarmi su una cosa, ovvero guidare – ha spiegato – A Baku ho pensato: ‘cosa vorrebbe ora mio padre?’ Era abbastanza arrabbiato ogni volta che arrivavo secondo. Lui voleva che io vincessi sempre, quindi ho detto a me stesso che dovevo vincere per lui”.

Fonte: https://www.formulapassion.it/motorsport/formula-1/f1-piloti/ferrari-leclerc-torneremo-in-alto-se-continuiamo-su-questa-strada-534419.html

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: