Leclerc: “Hamilton merita i suoi record”

Leclerc: “Hamilton merita i suoi record”

A Sochi LEWIS HAMILTON ha la prima possibilità di eguagliare le 91 vittorie ottenute in carriera da Michael Schumacher. Il pilota tedesco ha vinto cinque titoli iridati con la Ferrari segnando un lustro dorato che ha fatto sognare i tifosi della Ferrari in apertura del terzo millennio.

 🏆 @LewisHamilton could equal Michael Schumacher’s record of 91  race wins at Sochi    Listen to the drivers’ admiration for the six-time world champion  🙌#RussianGP 🇷🇺 #F1 pic.twitter.com/KTtzrnRtPu    — Formula 1 (@F1) September 24, 2020

In merito a questo primo ‘punto’ che il pilota Mercedes ha sulla ‘racchetta’ CHARLES LECLERC nel corso della conferenza stampa del Gran Premio di Russia ha sottolineato che il sei volte iridato merita di avere la possibilità di raggiungere e tagliare i grandissimi traguardi alla sua portata. “È ovviamente triste da un certo punto di vista vedere battuti i record di Michael Schumacher – ha spiegato Leclerc – però Hamilton si merita i successi che sta ottenendo, è stato costante nel corso degli anni ed ha sempre lottato al vertice della categoria”. 

 Mekies: “In Russia piccoli aggiornamenti”

Il monegasco non si aspetta miracoli dagli aggiornamenti portati a Sochi da Maranello sulla SF-1000: “Abbiamo in programma qualcosa in più per il prossimo appuntamento – le parole del classe 1997 – non ci aspettiamo particolare salti in avanti in questo fine settimana a livello di prestazione”. Riflettendo sul proprio operato sino ad ora Leclerc si è dichiarato soddisfatto: “Ho lavorato molto su me stesso e sento di essere migliorato. Mi sono preso dei rischi quando era necessario farlo e a volte hanno fruttato risultati positivi come i due podi per ora ottenuti. Sono soddisfatto della mia guida in questa stagione sino ad ora, anche se sono consapevole che c’è molto ancora da fare e da migliorare. Intanto credo di aver raggiunto sempre il massimo in ogni sessione e questo aiuta la mia crescita personale a livello di consistenza”.

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: