Leclerc, cambio di approccio

Leclerc, cambio di approccio

La SF1000 non ha regalato ai tifosi Ferrari le soddisfazioni sperate, anzi. La monoposto di Maranello si è rivelate una delle peggiori della storia del Cavallino, costringendo il team vice campione del mondo in carica a lottare con l’Alpha Tauri per difendere la sesta posizione nella classifica costruttori. Nonostante questi risultati tutt’altro che positivi però, CHARLES LECLERC nel corso di questa stagione è comunque riuscito a realizzare alcuni acuti importanti, come i due podi in Austria e Gran Bretagna ed il quarto posto agguantato nella seconda delle due gare inglesi.

 Vettel autocritico: “Leclerc sfrutta meglio la macchina”

Alla vigilia del fine settimana portoghese di Portimao, il pilota monegasco ha rivelato alla stampa alcuni interessanti cambiamenti apportati al MODO DI AFFRONTARE I FINE SETTIMANA rispetto allo scorso anno. Piccoli accorgimenti che però a suo dire lo hanno reso più veloce e competitivo, a prescindere ovviamente dalle performance della monoposto: “Ho cambiato un po’ il mio approccio per quest’anno – ha spiegato Leclerc ai media – nel 2019 stavo prendevo le sessioni dalla PL1 alla PL3 in maniera più tranquilla e poi finivo per perdere un po’ di consistenza in qualifica. Quest’anno spingo dalla prima sessione in avanti”.

 Marko: “Leclerc è impressionante”

Leclerc, che su questa pista aveva già guidato in passato nelle categorie giovanili, non ha però voluto ricordare con particolare enfasi la sua ultima apparizione a Portimao: “Era stato un weekend davvero brutto per me quando ho corso qui in FORMULA 3 – ha scherzato il ferrarista, che nelle tre gare corse sul circuito dell’Algarve nel 2015 ottenne un sesto e due settimi posti – ho pochi ricordi di quel fine settimana”. Interrogato invece su una pista nuova che gli piacerebbe vedere nel calendario, Leclerc non ha avuto dubbi: “Vorrei aggiungere BRANDS HATCH al programma del campionato. Ho guidato spesso su quel circuito sulla Playstation” ha sorriso il pilota del Principato.

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: