La prima pagina di storia

La prima pagina di storia

Il Gran Premio del Belgio evoca ricordi dolcissimi nella mente di CHARLES LECLERC, che proprio a Spa un anno fa trionfava per la prima volta in Formula 1 al volante della Rossa. Quest’anno, però, l’impresa sarà decisamente più ardua.

“Le dita rivolte al cielo per ricordare lo sfortunato Anthoine Hubert, una gioia composta sul podio e la sensazione che fosse appena nata una stella. È passato un anno dal primo trionfo di Charles Leclerc in Formula 1. Si ritorna nel tempio di Spa-Francorchamps, che fu teatro nel 2019 dell’apoteosi del pilota monegasco della Ferrari, vincitore il giorno dopo la morte dell’amico francese nella serie cadetta. Il riso e il pianto si mescolarono, come in molte cose della vita, e il Piccolo Principe ne uscì con un’incoronazione ideale, avendo battuto Lewis Hamilton, il numero uno. L’aiuto del compagno di squadra Sebastian Vettel fu essenziale nel rallentare la rimonta dell’inglese quel tanto che serviva per permettere a Leclerc di resistere in testa fino al traguardo.

Il calendario nel frattempo ha fatto un giro completo. Oggi Charles è arrivato alla terza stagione nei GP e non è più la promessa che 12 mesi fa debuttava sulla rossa conquistando subito la pole position in Bahrain e poi Spa e Monza, tanto da diventare il più giovane ferrarista a centrare entrambi i traguardi […]. Adesso Leclerc è una grande realtà, uno dei migliori tre piloti al mondo […]. Gli è bastato pochissimo per affermarsi spodestando il quattro volte iridato Vettel. Era arrivato a Maranello da apprendista e si è ritrovato prima guida.

 Leclerc: “A Spa può succedere di tutto”

I sospetti nati sulla power unit Ferrari […] tolgono poco ai meriti di Leclerc nelle vittorie dell’anno scorso. Si può dubitare sui cavalli del motore, ma è impossibile dimenticare il talento (e la malizia) che mise in mostra duellando a Monza contro Hamilton […] In questa stagione disgraziata, […] il monegasco sta tenendo a galla la Ferrari cogliendo quasi tutte le occasioni che contano e dando l’impressione di portare la macchina fin dove può e anche un po’ più in là. […] A parte l’erroraccio in Stiria, quando tamponò il compagno di squadra alla seconda curva, e la prestazione non troppo brillante dell’Ungheria. Mentre il ritiro di due settimane fa in Spagna è stato colpa di un problema alla centralina. […] Resta il fatto che Leclerc ha gestito gare complicate come un veterano, tirando fuori sempre il massimo dal mezzo, nonostante i limiti in qualifica della SF1000 obblighino lui e Vettel a partire spesso da metà schieramento. La gestione delle gomme Pirelli […] è diventata uno dei suoi punti di forza. Segno che […] impara dagli sbagli e fa continui progressi.

[…] A fine stagione, quando Vettel andrà via, tutta la responsabilità sarà sulle spalle del giovanotto, che sta dimostrando di saper reggere molto bene la pressione e di essere un motivatore in squadra. Nel 2022 cambieranno i regolamenti e la rossa punta ad aprire un ciclo vincente, spodestando la Mercedes. Charles non vede l’ora…”.

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: