Incubo Bottas, il calvario via radio

Incubo Bottas, il calvario via radio

Il testacoda della prima curva, arrivato a causa del tentativo disperato di evitare la Renault di Ocon che a sua volta si stava girando, avrebbe dovuto essere un presagio. La gara di VALTTERI BOTTAS in Turchia è stata un autentico incubo, probabilmente la più difficile della sua intera carriera in F1. Il finlandese per tenere vive le sue speranze iridate avrebbe dovuto come minimo battere il compagno di squadra LEWIS HAMILTON. Invece tra errori, problemi alla monoposto e sfortune assortite non è riuscito a completare nemmeno un singolo giro in top-10. Una domenica da cancellare, la sua, che riviviamo qui attraverso i team radio più significativi tra lui ed il suo ingegnere di pista.

 Bottas, il giorno più lungo: “Non stavo in pista”

GIRO 1, CURVA 1 (TESTACODA PER EVITARE OCON) BOTTAS: “Ho avuto un contatto, per favore controllate l’ala anteriore“.

GIRO 1, CURVA 8 (CONTATTO CON OCON E TESTACODA) MERCEDES: “Ci sono ancora opportunità“.

GIRO 15, CURVA 12 (TESTACODA) MERCEDES: “Tutto ok?” BOTTAS: “Sì, c***o!“.

GIRO 16, CURVA 5 (TESTACODA) MERCEDES: “Facci sapere se le gomme vanno bene. Ci sono degli spiattellamenti?”. BOTTAS: “Sì, sono ok“.

GIRO 21, CURVA 2 (TESTACODA) BOTTAS: “L’anteriore destra inizia a peggiorare“.

GIRO 40, CURVA 2 (TESTACODA) BOTTAS: “Le mie gomme sono completamente finite“.

GIRO 58, FINE GARA MERCEDES: “14esimo posto”. BOTTAS: “Sì, mi spiace. È stato un po’ un disastro. Con il contatto del primo giro non sono sicuro che fosse tutto a posto”.

Fonte: https://www.formulapassion.it/motorsport/formula-1/f1-piloti/incubo-bottas-il-calvario-via-radio-f1-mercedes-gp-turchia-2020-istanbul-hamilton-532121.html

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: