Hamilton: “Red Bull ha trattato male Gasly”

Hamilton: “Red Bull ha trattato male Gasly”

Dietro l’abbraccio tra Lewis Hamilton e Pierre GASLY dopo la gara di Monza c’era forse qualcosa di più. È stato proprio il francese a cercare il britannico, che stava concedendo un’intervista: come se la vittoria nel Tempio della Velocità non gli bastasse, quasi a volere un ulteriore riconoscimento. Simbolico oltreché materiale. L’abbraccio, la stretta di mano, il benvenuto formale al club dei vincitori di un Gran Premio di Formula 1. Prima di Monza vi erano iscritti piloti che hanno un presente o un passato in Mercedes, Red Bull e Ferrari, tra cui Daniel Ricciardo e Kimi Räikkönen. Adesso c’è anche Gasly, che HA RIPORTATO LA FRANCIA SUL GRADINO PIÙ ALTO DEL PODIO DOPO 24 ANNI: L’ULTIMO A RIUSCIRCI ERA STATO OLIVIER PANIS NELLA PAZZA GARA DI MONTE CARLO DEL 1996. GASLY AVEVA SOLO TRE MESI.

 ”OUIIIIIIIIIII! VICTOIRE DE PIERRE GASLY!!!” 🇫🇷    We just can’t stop listening!#F1 pic.twitter.com/ldxMU8M88l    — Formula 1 (@F1) September 7, 2020

Chi ha tanta esperienza più di lui è HAMILTON. Che proprio per questo motivo ha l’occhio per separare il talentuoso dalla meteora. Il sei volte campione del mondo, dopo una gara sfortunata chiusa al settimo posto, ha avuto parole di elogio verso l’alfiere AlphaTauri: “NON SONO SICURO CHE SIA STATO TRATTATO GIUSTAMENTE DALLA RED BULL. Credo non sia stato facile per lui come pilota. È complicato ritrovare la fiducia in un’altra squadra, mi ha davvero impressionato. Si merita questo successo, potrebbe e dovrebbe portarlo lontano“.

 Il milanese d’adozione

A Gasly, che ha sempre detto di aver mal digerito la retrocessione in AlphaTauri nel 2019, sarà scappato un sorriso nel vedere Alex ALBON (suo sostituto alla casa madre) 15esimo. Mentre Chris HORNER ed Helmut MARKO, rispettivamente team principal e consigliere RED BULL, forse si sono fatti delle domande in più. Il team principal AlphaTauri Franz TOST non ha però paura che la “sorella maggiore” gli porti via di nuovo Gasly: “Se sarà così, significa che la nostra squadra sta lavorando bene. Ma al momento sono abbastanza ottimista, PENSO CHE PIERRE RIMANGA CON NOI“.

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: