Hamilton, per un addio serve qualcosa di speciale

Hamilton, per un addio serve qualcosa di speciale

Se LEWIS HAMILTON davvero volesse abbandonare il Circus della Formula 1 dopo il 2021, magari dopo aver battuto il record di vittorie mondiali di Michael Schumacher, allora dovrebbe trovare una grande motivazione per farlo. Perché finché starà su una macchina vincente, potrà trionfare per molti anni. SERVE UN PROGETTO CHE LO POSSA COINVOLGERE PIENAMENTE, che possa eventualmente tenerlo lontano dal richiamo della pista; a quel punto l’addio sarebbe come quello di altri grandi sportivi, un evento che per molti potrebbe avere toni emozionali di grande rilievo.

“In realtà Hamilton non ha mai cercato alternative alla Mercedes. Anzi, continua a ripetere di voler rimanere dove sta. E allora perché non firma? Non è una questione di quattrini, ma di incertezza a medio termine. Nessuno esclude un addio di Mercedes alla F1 dopo il 2021. I tedeschi potrebbero ritagliarsi un ruolo nei GP solo come fornitori di motori, avendo una strategia globale che privilegia l’elettrificazione dei modelli da strada. Hamilton a sua volta è un ecologista convinto. Forse non gli dispiacerebbe diventare il simbolo della svolta “green” della casa con la stella“, scrive Leo Turrini sul Resto del Carlino. Far parte di un progetto che ponga al primo posto i temi che lo appassionano di più potrebbe essere un buon modo per mettere da parte la F1, un mondo che frequenta sostanzialmente da 15 anni.

 Rinnovo Hamilton, Wolff rassicura

“Lo scenario più plausibile: incassato il 7° Mondiale, presumibilmente già domani, Lewis Hamilton guarderà negli occhi il suo capo, Toto Wolff, e rinnoverà il contratto con la Mercedes. Per quanto? Di certo per un anno, visto che nel 2021 i regolamenti della F1 non cambieranno e la Mercedes rimarrà con tutta probabilità ancora la macchina migliore. Con una conseguenza non marginale: l’8° titolo costruttori per le Frecce e anche per lui, cioè uno in più di Michael Schumacher. Sarebbe la presa dell’ultima Bastiglia della categoria. La rivoluzione compiuta“, si legge su Repubblica. Che poi prova a rilanciare: può esserci un trasloco di Hamilton dalla Mercedes alla Ferrari? “Per la sua LAST DANCE, gli serve un palcoscenico. Una squadra che lo sostenga. Hamilton ha 35 anni, può stracciare tutti i primati e poi provarci sulla Ferrari che avrà un sedile da assegnare nel 2022“. Ma non si può non considerare il suo rapporto di lunga durata con Mercedes.

“Lewis ci ha visto lungo nello scegliere la Mercedes al «buio», a fine 2012, non solo ha vinto ma è diventato il perno della squadra straccia-record. Toto Wolff accosta il suo pilota a Roger Federer, «straordinario tennista e personaggio carismatico». Il segreto della fame di Lewis, 5 titoli su 6 conquistati dal 2014 a oggi? «È in una fase di autoanalisi permanente, identifica i punti deboli e li corregge subito. È alla ricerca continua della perfezione, in macchina e fuori». Come Schumi, ma diverso per carattere e ambizioni extra-sportive“, scrive il Corriere della Sera. Nel definire il suo prossimo contratto QUESTE AMBIZIONI POTREBBERO DIVENTARE PIÙ IMPORTANTI CHE MAI.

Fonte: https://www.formulapassion.it/motorsport/formula-1/f1-piloti/hamilton-ritiro-rinnovo-addio-progetto-speciale-mercedes-ferrari-531452.html

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: