Grosjean: “Non potevo fare di più”

Grosjean: “Non potevo fare di più”

Romain GROSJEAN e Kevin MAGNUSSEN si sono qualificati rispettivamente 16esimo e 18esimo per il Gran Premio di Russia. Anche il decimo appuntamento del Mondiale, dunque, si preannuncia in salita per la HAAS, quasi sempre in difficoltà nel corso del weekend. Non ha molto da rammaricarsi il ginevrino, che non poteva fare molto meglio a Sochi. Primo degli esclusi in Q1, è andato a oltre quattro decimi dal riferimento di Sebastian VETTEL. Ma, almeno, è riuscito a pareggiare i conti in qualifica con Kevin Magnussen: 5-5 il “risultato” del sabato. Queste le parole dei due piloti Haas subito dopo le qualifiche del Gran Premio della Russia.

 GP Russia 2020, la griglia di partenza

Romain Grosjean (16°, 1:34.592): “PENSO DI AVER OTTENUTO IL MASSIMO DALLA MACCHINA, A ESSERE ONESTI. Ieri eravamo in difficoltà, eravamo a più di un secondo dalla penultima posizione. Abbiamo avuto un buon passo stamattina, con qualche componente cambiata, ma i risultati non sono stati buoni come avrei voluto. ABBIAMO FATTO QUALCHE ALTRO CAMBIAMENTO IN VISTA DELLE QUALIFICHE E SIAMO ANDATI MOLTO BENE. La vettura andava molto meglio, era molto più equilibrata, sono contento di questo aspetto. Spero che domani in gara le cose possano andare meglio e che si possa ottenere un buon risultato. A cose normali non abbiamo nessuna possibilità di entrare nella top 10 ma ovviamente dobbiamo essere pronti se ci sono delle opportunità da sfruttare“.

Kevin Magnussen (18°, 1:34.681): “NON È STATO UN BUON SABATO. Abbiamo avuto un buon ritmo in macchina per tutto il fine settimana, ma poi in qualifica non siamo riusciti a far funzionare le gomme nel primo giro. NEL TENTATIVO FINALE HO TROVATO MOLTO TRAFFICO e le gomme erano troppo fredde. Ci serviva un altro giro e non ce l’abbiamo fatta. Nessuno dei nostri tentativi era realmente perfetto. Non è abbastanza per fare bene in qualifica. Non so se possiamo rendere bene in gara visto il buon passo mostrato nelle PL2, cercheremo di essere dove siamo di solito. Domani ci proveremo di nuovo“.

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: