Grosjean: “Faccio parte di una generazione trascurata”

Grosjean: “Faccio parte di una generazione trascurata”

Secondo ROMAIN GROSJEAN nascere in certe annate preclude una carriera luminosa e vittoriosa in Formula 1. Il pilota del team Haas, al quale non è stato rinnovato il contratto per il 2021, è a caccia di un sedile e ora che il Circus si allontana dai suoi orizzonti HA PIÙ TEMPO PER RIFLETTERE SUI PASSI COMPIUTI NEL PASSATO. E a conti fatti, per lui, molte strade che avrebbe potuto prendere sono state sbarrate dalla presenza contemporanea di piloti più anziani, o più giovani che nel frattempo hanno colmato per tempismo i vuoti migliori.

“Se ci penso, forse la generazione ’86-’87 è approdata nel momento sbagliato. Paul Di Resta, Nico Hulkenberg, io stesso, anche Sebastien Buemi: siamo tutti arrivati in un momento in cui i posti vincenti erano stati occupati e i vecchi piloti non volevano ancora lasciare la Formula 1. Quando questi posti si sono liberati, i giovani che sono venuti dopo li hanno occupati e noi non abbiamo mai avuto la nostra possibilità“, ha spiegato Grosjean al podcast In The Pink. Grosjean non ha nemmeno detto tutti i nomi che avrebbe potuto: basti pensare a DAVIDE VALSECCHI E SAM BIRD, due classe 1987 che avrebbero certamente meritato una chance di mostrare in Formula 1 quanto fatto vedere in GP2.

 Boullier: “Grosjean avrebbe potuto vincere”

Grosjean ha comunque riconosciuto che la sua carriera è stata in ogni caso piuttosto lunga: “Aver vissuto 10 anni in Formula 1 è stato incredibile e penso di aver raggiunto diversi obiettivi. Ovviamente vuoi sempre essere campione del mondo, ma alla fine SAI ANCHE CHE SENZA GLI STRUMENTI GIUSTI NON CI SONO POSSIBILITÀ. Spero che questo cambierà in futuro perché penso che porterebbe la Formula 1 in un posto molto migliore. Se non fosse dominato da una sola squadra – che per altro sta facendo un lavoro incredibile, assolutamente bellissimo – il campionato sarebbe sicuramente meno prevedibile“.

Il pilota francese non ha mai avuto la chance di competere con Mercedes, ma il suo rimpianto maggiore è IL FALLIMENTO DELLA LOTUS: “Dopo un brillante 2013 ero sulla buona strada, ma non ho ricevuto un’offerta da un top team in quel momento. Kimi è andato alla Ferrari, io sono rimasto alla Lotus e siamo andati in crisi. È molto difficile recuperare in quelle condizioni. Poi ho accettato la sfida Haas, che è stata anche una grande esperienza. Ma purtroppo negli ultimi due anni non siamo riusciti a metterci al passo. Anch’io ho commesso degli errori, ho parlato troppo a volte, Ma dico sempre quello che sento e ammetto quando sbaglio“. Ora Grosjean potrebbe mostrare il suo valore in una serie diversa dalla Formula 1, ma allo stato attuale non ha parlato di trattative a buon punto.

Fonte: https://www.formulapassion.it/motorsport/formula-1/f1-piloti/grosjean-generazione-1986-1987-trascurata-hulkenberg-533347.html

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: