Giovinazzi: “Deluso da eliminazione in Q1”

Giovinazzi: “Deluso da eliminazione in Q1”

KIMI RAIKKONEN ha cercato di tenere ancora una volta alta la bandiera dell’Alfa Romeo nelle qualifiche del Gran Premio di Toscana, riuscendo a piazzare la sua C39 nel Q2, in 13esima posizione, addirittura davanti alla Ferrari dell’ex compagno di squadra Sebastian Vettel. Un bell’acuto per il campione del mondo 2007, che però non è apparso completamente soddisfatto del risultato raggiunto: “La 13esima posizione è un buon risultato date le circostanze, ma ovviamente VOGLIAMO MOLTO DI PIÙ – ha sottolineato il veterano finlandese – la vettura è andata molto bene e mi è sembrato che abbiamo ottenuto tutto quello che potevamo, ma è comunque deludente non essere più in alto sulla griglia di partenza, visto che eravamo molto vicini alla top-10. CONTINUIAMO A SPINGERE PER UN POSTO IN Q3, prima o poi ce la faremo. Domani vedremo se potremo entrare in zona punti in gara. Superare sarà difficile, ma tutto quello che possiamo fare è andare là fuori e fare del nostro meglio“.

Decisamente diversi, inevitabilmente, i pensieri di ANTONIO GIOVINAZZI: “Sono deluso di essere uscito nel Q1, perché oggi avevamo il potenziale per fare meglio. Nel primo tentativo ho fatto un buon giro, ma nel secondo non sono riuscito a mettere insieme tutto. Questa è una pista dove UN PICCOLO ERRORE TI COSTA MOLTO perché il tracciato è in realtà una sequenza di curve: se fai un errore, perdi slancio e il tuo giro è rovinato, e questo è quello che è successo. La gara di domani sarà difficile: dura fisicamente, con temperature elevate e su una pista in cui i sorpassi sono complicati. Faremo del nostro meglio per recuperare terreno”.

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: