Giovinazzi a un passo dalla zona punti

Giovinazzi a un passo dalla zona punti

Ha provato a fare di tutto, ma alla fine si è dovuto accontentare dell’undicesimo posto. ANTONIO GIOVINAZZI chiude a un nulla dalla zona punti, alle spalle della Red Bull di Alex Albon dopo aver combattuto a lungo con le unghie e con i denti per portare la sua Alfa Romeo più avanti possibile in quel di Sochi.

“È stata una gara positiva in cui abbiamo raggiunto il massimo che potevamo, soprattutto perché partivamo dal 17° posto – ha spiegato Antonio – LA PARTENZA È STATA DAVVERO BUONA, abbiamo recuperato ancora una volta un buon numero di posizioni, e ho sentito di poter spingere e lottare con le vetture che mi stavano intorno. Sono stato contento del nostro ritmo e sicuramente abbiamo chiuso il gap rispetto agli altri, quindi dobbiamo continuare su questa strada. È sempre frustrante finire appena fuori dalla zona punti, ma sono comunque contento del risultato ottenuto e della fiducia che ci dà per andare avanti”.

Più difficile la gara di KIMI RAIKKONEN, che ha provato una strategia estrema su gomma dura dimostrando comunque un buon ritmo con la sua C39: “La macchina si è comportata bene e avevamo una buona velocità, ma Sochi è un posto difficile dove superare e non siamo riusciti a recuperare fino alla zona punti. Considerando da dove siamo partiti, probabilmente abbiamo ottenuto tutto quello che potevamo dalla gara: anche lo stop lento non ha cambiato troppo il risultato finale. Antonio in undicesima posizione era solo pochi secondi davanti a me e probabilmente avrei potuto essere lì con lui, ma alla fine la zona punti era comunque troppo lontana. ABBIAMO DIMOSTRATO DI AVERE LA VELOCITÀ DURANTE SULLA LUNGA DISTANZA e questo è positivo in vista dei prossimi impegni”.

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: