Gasly: “Vogliamo superare la Ferrari”

Gasly: “Vogliamo superare la Ferrari”

PER PIERRE GASLY IMOLA È STATA UNA DOCCIA FREDDA. Quarto in qualifica, il miglior sabato della sua carriera. UNA VETTURA CHE AVREBBE POTUTO DIRE LA SUA PER IL PODIO, visto il risultato di un finalmente convincente Daniil KVYAT (quarto dietro a Daniel Ricciardo). E invece sul circuito del Santerno per Gasly è arrivato un ritiro per problemi tecnici quando era quinto davanti alla FERRARI di Charles LECLERC. La settimana di pausa avrà fatto bene al vincitore di Monza, che ha ricaricato batterie fisiche e mentali in vista del gran finale. Un finale di quattro gare che partirà da ISTANBUL e che potrebbe promettere la storia ad AlphaTauri. LA SCUDERIA DI FAENZA È INFATTI A 14 PUNTI DAL SESTO POSTO IN CLASSIFICA COSTRUTTORI, ATTUALMENTE OCCUPATO DALLA FERRARI. Superare Maranello, anche per un solo anno, sarebbe un vero smacco per la Rossa, nonché una coccarda da esibire per Franz Tost e compagni.

GASLY HA MESSO DUNQUE NEL MIRINO LA FERRARI. Queste le parole del #10 nella conferenza stampa che ha aperto il Gran Premio di Turchia: “Per natura sono ottimista. CONTINUEREMO A SPINGERE FINO AD ABU DHABI. Man mano che passeranno le gare sarà senza dubbio più difficile: CI SARANNO MENO PUNTI IN PALIO E LA FERRARI STA SVILUPPANDO LA VETTURA. Ma noi continuiamo a fare del nostro meglio. Quello di Imola è stato il ritiro più doloroso finora. AVEVO VOGLIA DI LOTTARE CON RICCIARDO. Abbiamo avuto molta fortuna in Italia quest’anno (riferendosi a Monza, ndr), ma non è stato così a Imola“.

 Gasly: “Ritiro difficile da digerire”

Certo, serviranno anche i punti di KVYAT. Sono arrivati a Imola, proprio dopo che Helmut Marko lo ha scaricato. IL RUSSO DOVRÀ TROVARSI UN ALTRO TEAM PER IL 2021 ma non per questo vuole “affossare” i sogni di Faenza, come ha dimostrato all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari: “Do sempre il massimo. È la mia filosofia. A IMOLA SONO ANDATO MOLTO BENE, MA ALCUNE COSE SONO NELLE TUE MANI, ALTRE NO. In generale, quasi mai hai il futuro dipende totalmente da te e riconosco che sarà davvero difficile cambiare le cose per il

  1. SPERO DUNQUE NEL 2022. Però darò il massimo anche a Istanbul, anche perché LA MACCHINA È MIGLIORATA MOLTO, SOPRATTUTTO DA SPA. Il merito è di un team di lavoro molto disponibile e affiatato“.

Fonte: https://www.formulapassion.it/motorsport/formula-1/f1-piloti/f1-gasly-vogliamo-superare-ferrari-pierre-daniil-kvyat-alphatauri-istanbul-531028.html

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: