Gasly e Kvyat sorpresi da addio Honda

Gasly e Kvyat sorpresi da addio Honda

La chiusura del programma Honda F1 alla fine del 2020 intaccherà inevitabilmente il destino dell’ALPHATAURI, la prima della famiglia Red Bull a sposare il progetto giapponese dopo la brusca separazione dalla McLaren. Dopo le parole del team principal Franz Tost, anche i due piloti ufficiali PIERRE GASLY e DANIIL KVYAT hanno manifestato il proprio rammarico soprattutto alla luce dei grandi risultati centrati negli ultimi due anni dalla scuderia di Faenza.

 Tost: “Non sarà facile trovare un partner come Honda”

“La DECISIONE DELLA HONDA DI LASCIARE LA F1 MI RATTRISTA, specie dopo le esperienze condivise negli ultimi quattro anni – ha confessato Gasly – La gente della Honda ha avuto un ruolo importante nella mia carriera e ho sempre amato lavorare con loro. Saremo ancora insieme fino alla fine del prossimo anno e SPERIAMO DI POTER LOTTARE PER ALTRI TRAGUARDI PRIMA DI SALUTARCI, così come spero che possano anche essere in grado di lottare per il titolo”.

“Sono rimasto SORPRESO NEL SENTIRE LA NOTIZIA – ha aggiunto Kvyat – A livello umano mi dispiace molto, perché mi trovo bene con i loro ingegneri. Ed è deludente anche sotto il profilo professionale, perché hanno lavorato duramente per darci il miglior propulsore possibile e abbiamo visto che i risultati, finora, sono stati ottimi. I ragazzi della Honda sono davvero concentrati e sono sicuro che continueranno a spingere fino al loro ultimo giorno in pista”.

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: