Gasly: “Dobbiamo dare di più”

Gasly: “Dobbiamo dare di più”

Il Gran Premio di Turchia non è stato particolarmente favorevole all’ALPHATAURI. Dopo la sfida di Pierre GASLY alla Ferrari, la scuderia di Faenza ha raccolto un doppio zero a Istanbul e dovrà accontentarsi quasi sicuramente del settimo posto in classifica costruttori. Gasly e Daniil KVYAT ha faticato a trovare il ritmo sul bagnato sia al sabato che in gara, mentre il venerdì – con condizioni anomale ma asciutte – lasciava presagire tutt’altro weekend. In Turchia sono arrivati un 12esimo e un 13esimo posto, con il russo davanti a Gasly, partito per giunta dall’ultima posizione.

 Gasly penalizzato: partenza dal fondo

Il vincitore di Monza ha dovuto dunque ingoiare un doppio boccone amaro tra Imola (ritiro dopo la quarta posizione nelle qualifiche) e Istanbul. In partenza è riuscito a balzare in avanti fino alla 13esima posizione, spingendo al limite le gomme RAIN per cercare di sopravanzare Kvyat. Cosa in cui era anche riuscito, ma il russo ha optato per uno stint di 49 giri con le INTERMEDIE mentre Gasly ha preferito fermarsi una volta in più. STRATEGIA SBAGLIATA quella del francese, che è tornato dietro al compagno di squadra e ci è rimasto fino alla bandiera a scacchi.

“SUL BAGNATO SIAMO STATI VERAMENTE SCARSI. Onestamente essere così lenti con le intermedie è stato piuttosto IMBARAZZANTE, non riusciamo a portarle in temperatura. Poi i problemi non si sono fermati alla gara perché anche in qualifica abbiamo preso una penalità. Dobbiamo fare molto meglio. Ovviamente erano condizioni uniche che non mi aspetto di dover affrontare di nuovo“, ha detto Gasly dopo la gara della Turchia. “Penso che avremmo potuto e dovuto fare un lavoro migliore. Ma ormai questo Gran Premio è archiviato e dobbiamo guardare alle prossime tre gare“.

Fonte: https://www.formulapassion.it/motorsport/formula-1/f1-piloti/f1-gasly-dobbiamo-dare-di-piu-alphatauri-pierre-daniil-kvyat-istanbul-532349.html

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: