Bottas tra Hamilton e Schumi

Bottas tra Hamilton e Schumi

VALTTERI BOTTAS ha bei ricordi di Sochi: qui ha vinto la prima gara in Formula 1, nel 2017. E qui vuole tornare a vincere: è l’unico modo per ridare pepe a un campionato che solo Lewis Hamilton sembra poter perdere. Il sei volte iridato ha ben 55 punti di vantaggio e il finlandese è chiamato a una rimonta che avrebbe dell’epocale. La seconda parte della stagione comincia proprio in Russia. Addentrarcisi riducendo il gap darebbe un filo di speranza a un Bottas convinto di poter cambiare volto al suo 2020. E di intromettersi tra il compagno di squadra in Mercedes e il record di MICHAEL SCHUMACHER.

 Hamilton “snobba” il record

Nella conferenza stampa che ha aperto il weekend russo, Bottas ha infatti detto: “FARÒ DI TUTTO PERCHÉ HAMILTON NON RAGGIUNGA IL PRIMATO GIÀ A SOCHI. Anche se so che succederà prima o poi. Qui ho ricordi positivi, sono sempre andato forte anche quando correvo per la Williams. Di sicuro questo gap con lui fa male, soprattutto quando si manca la pole per un margine così piccolo. Ma sono stato anche dall’altra parte, alcune volte sono partito al palo per questione di millesimi. In termini di ritmo eravamo molto simili al Mugello. Sto cercando di arrivare alla perfezione ma Lewis ha avuto la meglio. Come ho detto dopo l’ultima gara, È SOLO UNA QUESTIONE DI TEMPO prima che queste cose alla fine girino a mio favore. A quel punto otterrò pole e vittorie. Ci credo, continuerò a lavorare in questo modo e cercherò di essere migliore rispetto a due settimane fa“.

Bottas è poi tornato sul TEAM RADIO del Mugello in cui chiedeva ai box di avere una strategia-gomme opposta a quella di Hamilton: “Penso che sia stata la migliore occasione per me di vincere la gara. NEL PRIMO STINT avevo le stesse gomme di Lewis e, a meno di un suo errore (cosa che fa raramente), SAREBBE STATO IMPOSSIBILE DA SUPERARE. Così ho cercato di giocarmela sulla tattica. Ma poi, con la piega che ha preso la gara, non c’è stata l’opportunità per questo cambio di strategia. Dopo la bandiera rossa volevamo solo avere la gomma migliore, difendere la posizione e non rischiare troppo. MA CI RIPROVERÒ ANCORA, cercherò sempre il modo di vincere e una scelta diversa delle mescole può aiutarmi“.

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: