Bottas si affida al ritmo-gara

Bottas si affida al ritmo-gara

Di nuovo secondo, di nuovo a pochissimi millesimi, di nuovo con l’amaro in bocca. Anche a Monza VALTTERI BOTTAS si dovrà accontentare di partire al fianco di Lewis Hamilton, ma qualche metro più indietro. Sul velocissimo circuito brianzolo sono stati appena 69 i millesimi di vantaggio del campione del mondo in carica sul suo compagno di box, sufficienti però per consegnare ad Hamilton la pole position numero 94 della sua carriera. Per il finlandese resta – come aspetto positivo – quello di partire tre posizioni avanti rispetto a Max Verstappen, che nella classifica iridata lo precede di tre punti.

 PL3 Monza: confronto Bottas-Verstappen

“Certo è deludente mancare la pole, soprattutto con un distacco così piccolo – ha ammesso Bottas al termine delle qualifiche – il mio ritmo è stato abbastanza buono per tutto il fine settimana ed era davvero vicino, come mi aspettavo. Con le scie è stato difficile, perché ho scelto di uscire per primo questo fine settimana, quindi non ne ho avuta nessuna tranne che nel Q2, quando ho fatto il tempo più veloce. Sono stato da solo nel Q3, che non era male perché c’era aria pulita in curva, ma ovviamente non si beneficia della scia nei rettilinei ed è un equilibrio difficile da trovare. I giri in ogni caso sono stati buoni e non vedo l’ora che arrivi domani. IL MIO RITMO DI GARA DI VENERDÌ ERA IN SINTONIA CON QUELLO DI LEWIS e questa pista offre sempre delle opportunità, quindi sta a me coglierle. Tutto è ancora da giocare” ha concluso il finlandese.

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: