Bottas: “Ci sono punti interrogativi”

Bottas: “Ci sono punti interrogativi”

Il circuito di Sochi è sempre stato uno dei preferito di VALTTERI BOTTAS, che qui nel 2017 ha anche conquistato la sua prima vittoria in carriera in Formula 1. Quest’oggi in qualifica però il pilota finlandese non è riuscito a brillare, lasciandosi battere non solo dal compagno di squadra Lewis Hamilton, ma anche dalla Red Bull di Max Verstappen, che non sembrava poter realmente impensierire le due ‘frecce nere’ dopo la difficile giornata di ieri. L’olandese però ha fatto l’impresa, lasciando con qualche perplessità il vice campione del mondo di casa Mercedes.

“Stava andando abbastanza bene, mi sentivo in ritmo nel Q1 e nel Q2 ed entrambe le sessioni sono andate bene e senza intoppi. Ma LA Q3 È STATA DIFFICILE – ha spiegato poi a fine pomeriggio lo stesso Bottas – mi sembrava di aver trovato del margine, ma chiaramente gli altri ne hanno trovato di più. Nel mi primo tentativo in Q3 le gomme erano un po’ troppo fredde, così nell’ultima curva ho avuto una grande scodata ed ero già dietro di qualche decimo in curva 2“.

“Aspettavo il secondo tentativo e quel giro è andato meglio – ha aggiunto Bottas – non c’erano errori, quindi NON SO PERCHÉ NON SONO RIUSCITO AD AVVICINARMI ALLA POLE. Ci sono alcuni punti interrogativi che dovremo approfondire nel debriefing e capire perché c’è stato un tale divario. Ma la terza posizione è in realtà un buon punto di partenza e credo di essere anche sulla gomma giusta. Sono già partito terzo qui e in quel caso avevo vinto, quindi cercherò di fare lo stesso. C’è ancora tutto da giocare”.

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: